Da Guido Barilla a Michele Ferrero, l’ora delle gaffe comunicative

Il primo, dopo le esternazioni sui gay, perde la corsa all’Ambrogino d’oro. Il secondo è sott’accusa per aver copiato la Coca Cola

twitter@g_santaniello

Per un Guido Barilla che, dopo le esternazioni sull’impossibilità di vedere spot della sua pasta con protagonisti gay, perde finanche la possibilità di conquistare l’Ambrogino d’oro, c’è un Michele Ferrero al centro di un’altra clamorosa gaffe comunica..ttiva, per utilizzare il neologismo di Igor Righetti.

nutella

Il patron della Nutella, infatti, è accusato di aver copiato la Coca Cola in occasione dell’ultima campagna pubblicitaria che ha mandato in onda.

Si tratta di quella dei barattoli personalizzati con i nomi propri delle persone. Sì, proprio come le lattine della bevanda Usa.

Un incredibile autogol. Dovuto alle lentezze della macchina comunicativa di Ferrero o alla povertà di idee creative? Poco importa.

Soprattutto se si pensa che i Ferrero, come annota in un post sulla sua pagina Facebook la giornalista Selvaggia Lucarelli, “sono gli stessi che mandano la lettera di diffida alla blogger Sara che da anni organizza il World Nutella Day, coinvolgendo migliaia di persone in tutto il mondo, minacciano azioni legali se continua a utilizzare il nome Nutella e la costringono, di fatto, a chiudere tutto dopo 7 anni. Beh – è la chiusura al veleno della Lucarelli – Almeno per l’arroganza, il copyright a questi non glielo leva nessuno…”.