Nasce Rcs Nest, il nido per gli startupper digitali

Accordo tra via Solferino e Digital Magics

twitter@g_santaniello

Gli startupper da oggi hanno una possibilità in più per conquistare il mercato in cui sognano di sfondare: Rcs punta sulle opportunita’ del business digitale dando vita assieme al’incubatore Digital Magics a Rcs Nest (che, tradotto dall’inglese, significa ‘nido’), progetto per lo sviluppo e la crescita di nuove iniziative nel panorama dei new media e del marketing online.

nest

Le start-up cosi’ selezionate, 15-20 entro il 2015, avranno spazi nella sede del gruppo in via Rizzoli, con servizi di incubazione, capitali – per Rcs il tetto di investimento su ciascuna iniziativa e’ indicativamente di mezzo milione – oltre a servizi strategici, logistici, tecnologici e di marketing, oltre a un supporto nel business management.

L’iniziativa e’ stata presentata dall’ad Pietro Scott Jovane  con il chief digital officer di Rcs Alceo Rapagna, e dai vertici di Digital Magics, Enrico Gasperini (fondatore e presidente) ed Edmondo Sparano (partner e R&D).

Jovane ha ricordato che dei 160 milioni di investimenti a piano per il 2015, il 75% sono dedicati al digitale. Di questi ”5-10 milioni”, ha spiegato, saranno dedicati all’iniziativa annunciata oggi. Sara’ invece inferiore la parte dedicata allo sviluppo ‘in house’.

Sta di fatto che con il nuovo progetto si potrà testare anche i nuovi modi di fare giornalismo, prima tra tutti il data-journalism. “Ci sarà uno scambio continuo tra il gruppo di lavoro di Digital Magics e le redazioni di Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport. Entro il 2015 – ha detto ancora Scott Jovane – tutti i giornalisti di Rcs saranno multimediali”.