Cambia la percezione del successo di un programma televisivo

logo prodotto big

Il 2013 è l’anno delle ‘nuove audience’ in tv

La televisione sta cambiando, e con lei cambiano le percezioni di quelli che sono i veri programmi di successo. Ad arrivare a questa conclusione, in prossimità della chiusura dei palinsesti invernali, è l’Osservatorio sulla videoevoluzione di Prodotto srl attraverso 12 focus group sparsi sul territorio nazionale e tramite un campione di uomini e donne di età compresa tra i 25 e i 65 anni.

Obiettivo del sondaggio di Prodotto è stato quello di individuare quali sono stati i programmi tv, nella sezione prime time, che hanno riscosso maggior successo secondo la percezione dei telespettatori. Dall’analisi emerge chiaramente come esistano situazioni di ascolto ‘borderline’, ovvero come le risposte dirette di un ampio campione di pubblico non coincidano affatto con i dati di ascolto rilevati dall’Auditel.

L’Osservatorio ha stilato la classifica dei programmi considerati dal pubblico i veri flop e top della stagione invernale.

I flop, secondo il campione intervistato, sono stati: al primo posto Zelig, seguito da Paperissima e La terra dei Cuochi.

I successi invece: X Factor, The Voice e Amici.

Quali sarebbero quindi i fattori in grado di influenzare realmente il gradimento del pubblico? Secondo gli intervistati, la formula del talent musicale convince per originalità (33%). Per il 27% degli intervistati, invece, vince l’immedesimazione, per cui i giovani volti sono percepiti con maggiore appeal rispetto ai conduttori televisivi più inflazionati.

Il 12% di ‘The Voice’, il talent musicale internazionale, adattato per la Rai da Toro Produzioni, ha ottenuto un forte riconoscimento da parte del pubblico (38% del focus group), mentre il 15% di un brand storico come Zelig, invece, è stato visto come un flop, secondo il 41% degli intervistati. Anche Paperissima ha deluso le aspettative, per cui si ipotizza addirittura la sospensione dopo 23 anni di storia. Per quanto riguarda Amici (che ha chiuso con una media del 24%), il pubblico ha promosso a pieni voti Maria De Filippi, nonostante il calo evidente degli ascolti, con un 33% di preferenze.

Molto nette le indicazioni degli intervistati riguardo a format già visti e ormai ‘stantii’: il 17% si dichiara decisamente poco incline alla visione.