Casta Diva Pictures in trasferta a Cannes per il primo meeting globale del gruppo

Team Spirit accompagnato dall’annuncio di Beatrice Gozzi nel ruolo di AD con delega all’amministrazione e alla finanza di Casta Diva Group e presentazione del primo libro in 3D per la cdp di Andrea De Micheli e Luca Oddo.
I Cannes Lions sono stati l’occasione per convocare in Costa Azzurra tutti i rappresentanti delle sedi di Casta Diva Pictures, casa di produzione del Group, sparse per il mondo, per quello che è stato il primo global meeting del gruppo fondato da Andrea De Micheli e Luca Oddo nel 2005. Il 2010 ha fatto registrare i migliori risultati fino ad oggi conseguiti dall’organizzazione, con un fatturato annuale aggregato di tutte le sedi e comprensivo dell’agenzia di eventi del gruppo Egg Events che si attesta sui 17,7milioni.

Durante l’incontro di Cannes Oddo e De Micheli hanno inoltre annunciato la cooptazione di Beatrice Gozzi nel ruolo di AD di Casta Diva Group, con delega amministrativa e finanziaria. Vengono così estese le sue competenze rispetto al ruolo di responsabile amministrava e finanziaria della sede di Milano, incarico che ha ricoperto fin dall’anno di fondazione della casa di produzione. La nomina arriva dopo una carriera completamente sviluppatasi in ambito amministrativo per aziende legate all’advertising e alla comunicazione.

“Il meeting di Cannes è stato la rappresentazione tangibile della caratteristica fondante di Casta Diva, cioè l’internazionalità” dicono Andrea De Micheli e Luca Oddo, rispettivamente AD e Presidente di Casta Diva Group. “Per la prima volta abbiamo riunito gli staff delle sedi di Milano, Praga, Londra e della nuova sede di Istanbul, con l’aggiunta in collegamento via skype dei producer Cecilia Felgueras e Marcos Hernandez di Buenos Aires impegnati sul set di uno spot in Messico e del responsabile comunicazione Matteo Sartori da Milano. Un’analisi scientifica e non enfatica dei risultati del gruppo, l’individuazione dei punti di forza e le criticità della nostra struttura in un mercato della comunicazione in continuo movimento e il rafforzamento di uno spirito di squadra fondamentale quando si lavora in contatto quotidiano ma a migliaia di chilometri di distanza, sono stati il risultato di un incontro molto utile per la messa a punto di strategie future e di un approccio condiviso al nostro lavoro. Per l’incontro abbiamo voluto una sala riunioni completamente vuota” hanno aggiunto Oddo e De Micheli “niente sedie, scrivanie e schermi. Una sala spoglia come il nostro ufficio di Milano quella mattina di Gennaio del 2005 in cui siamo entrati per la prima volta in quello che è diventato l’ufficio di via Lomazzo a Milano per mettere in moto il progetto Casta Diva Pictures. Crediamo che questo trasmetta con efficacia l’idea di quanto i nostri piedi siano ben piantati a terra; molto è stato fatto, ma l’impegno, la consapevolezza della volatilità di ogni successo, devono essere quelli del primo giorno. Abbiamo voluto dire che non intendiamo rilassarci, senza rinunciare a divertirci, beninteso.”
Il meeting è stato preceduto dalla partecipazione della squadra Casta Diva alla grande festa organizzata sulla Croisette della rivista Shots, sponsorizzata quest’anno dalla 20 Red Lights di Luca De Angelis, storico service di cui si avvale Casta Diva Pictures in Italia. Durante il party è stato presentato in anteprima il libro fotografico Adonis In High Heels 3D, un divertente e spiazzante reportage sul mondo trans gender in libreria dal prossimo Ottobre. Operazione editoriale pionieristica di libro in 3D, il volume ha suscitato l’interesse e la curiosità del pubblico. Prodotto da Casta Diva Cubed, la boutique 3D con sede londinese del gruppo, e da 20 Red Lights, Adonis è stato pubblicato da Fausto Lupetti Editore e presenta le fotografie a tre dimensioni scattate durante il celebre raduno trans di Roma ‘Muccassassina’ dai fotografi Antonello&Montesi, che oltre ad essere i più qualificati fotografi 3D italiani, hanno un accordo di esclusiva con Casta Diva Pictures per l’advertising. Adonis In High Heels 3D è stato affiancato durante la festa sulla Croisette dalla mostra di 8 pannelli a dimensione naturale delle più impattanti immagini contenute nel volume.