Editoria, l’ottimismo del direttore di Repubblica: “Il ruolo dei giornali sarà sempre più importante”

113

Ezio Mauro nel giorno dell’apertura a Firenze della “Repubblica delle Idee”: “Oggi c’è più richiesta di informazione, ma è difficile portare a reddito web e carta stampata”

twitter@g_santaniello

”C’e’ piu’ richiesta di informazione di alcuni anni fa, e quindi sara’ sempre piu’ importante il ruolo dei giornali, di un’informazione libera e indipendente, a servizio del cittadino”. Pensieri e parole di Ezio Mauro, direttore de La Repubblica, nel giorno dell’inaugurazione della kermesse ‘La Repubblica delle Idee’, una serie di incontri, dibattiti, presentazioni e spettacoli in programma a Firenze da oggi fino a domenica.

mauroC’è ancora da festeggiare, allora? Parlando del calo delle tirature dei quotidiani, Mauro l’ha messa così. ”Viviamo una crisi economica molto forte che determina una crisi dei consumi e della pubblicita’, quindi per i giornali e’ un passaggio complicato e difficile. Per di più, i quotidiani vivono una fase di trasformazione. Basti pensare che anni fa non c’era il web. Se oggi sommassimo, come ha detto il direttore del Financial Times già qualche anno fa, i lettori sul web con quelli della carta stampata, avremmo numeri che non ci sono mai stati nella storia. Il problema e’ che in questa fase di passaggio e’ difficile portare a reddito tutto questo insieme”.

Mauro stasera aprira’ a Firenze ‘La Repubblica delle Idee’, con un incontro con il sindaco Matteo Renzi, l’editore Carlo De Benedetti e il giornalista Riccardo Luna. ”Siamo voluti venire a Firenze per tante ragioni’, ha spiegato il direttore del quotidiano, ricordando ”il significato di questa citta’ nella presenza civile dell’Italia”. E, naturalmente, volendo ripetere anche una operazione di marketing del gruppo editoriale Espresso che già l’anno scorso, a Bologna, alla prima edizione, si è rivelata un successo.