Editoria, il Governo apre la caccia al tesoretto dei motori di ricerca

121

Il sottosegretario all’Editoria Giovanni Legnini: “Il modello negoziale francese mi convince molto”

twitter@SpotandWeb

”Il modello francese mi convince molto. Puntiamo a un modello negoziale”. Lo ha detto il sottosegretario all’Editoria Giovanni Legnini, spiegando che verra’ avviato un tavolo con i motori di ricerca per tentare di ottenere un loro contributo per il settore editoriale come in Francia. Nel suo intervento, Legnini ha spiegato che ”le risorse vanno recuperate muovendosi nel campo dell’editoria, guardando ai comparti che presentano il segno piu”’. Visti i dati snocciolati oggi dalla Fieg, quindi, in pratica non c’è scelta da dove attingere.

legnini
Giovanni Legnini

”Si potrebbe valutare in tempi rapidi di riprendere il tentativo di riforma dell’editoria del quale primo firmatario e’ Ricardo Levi”, ha, inoltre, aggiunto il sottosegretario all’editoria, Giovanni Legnini, trovandosi, tra l’altro, d’accordo con Giulio Anselmi, presidente della Federazione degli editori italiani.

Legnini ha aggiunto che ”serve un intervento pubblico ben delimitato, con strumenti normativi e finanziari che accompagnino il turn over e l’innovazione”, oltre a ”un intervento urgente sulla distribuzione e un intervento meditato sul copyright”.