Apple e la sfida iRadio (con un nuovo modo di attrarre gli inserzionisti)

Cupertino punta a lanciare la radio via Internet in maniera gratuita a fine anno. Ma vuole le spalle coperte dalla pubblicità

twitter@g_santaniello

Preparandosi al lancio della sua iRadio, la radio via Internet in aperta concorrenza con Pandora, Apple sta ripensando il modo con cui attrarre inserzionisti pubblicitari intenzionati a catturare l’attenzione dei consumatori mentre ascoltano musica.

Apple-Biggest Company

 Lo scrive Bloomberg citando fonti interne all’azienda. Il servizio di radio su Web sarà presentato con ogni probabilità intorno al 10 giugno prossimo, in occasione della conferenza annuale con gli sviluppatori, ma iRadio non sarà disponibile prima della fine dell’anno, quando iOS 7 – il sistema operativo per telefonini – sarà diffuso.

La società di Cupertino sta negoziando con gruppi pubblicitari tra cui Omnicom per essere certa che marchi famosi decidano di investire in campagne promozionali sul servizio di radio digitale.

L’iRadio punta infatti ad essere gratuita, proprio contando sugli introti da pubblicità. Come Pandora – che ieri ha ceduto in borsa l’11% su voci dell’imminente lancio di un servizio simile targato Apple – l’iRadio trasmetterà canzoni in base ai gusti degli utenti.

Una stazione può essere creata partendo dalla selezione di una particolare canzone o di uno specifico artista. Il programma andrà automaticamente alla ricerca di brani simili.

iRadio, inoltre, sarà strettamente integrata con lo store musicale di Apple iTunes: se una persona si appassiona di una certa canzone, potrà acquistarla. Naturalmente.