Ricerca Nielsen: la polizza vita online piace agli italiani

metilife-reviewSottoscrivere online  una polizza vita è più conveniente, comodo e libero. Lo pensa il  32% degli italiani intenzionati a stipulare un prodotto assicurativo per tutelare i propri famigliari dalle incertezze del futuro.

Il dato è una delle evidenze che emerge da un’indagine, condotta su un campione di 1.000 individui di età compresa tra i 30 e i 64 anni, che MetLife ha commissionato a  Nielsen.  Un terzo di coloro che si dichiarano interessati a sottoscrivere una polizza vita considera internet  una valida alternativa all’agente assicurativo. Infatti, non solo internet consente una scelta razionale, lontana dalle pressioni dell’agente, ma pone anche al centro il cliente, offrendo informazioni e strumenti per approfondire e per confrontare le offerte secondo tempi e modi congeniali agli impegni della vita di tutti i giorni.

L’importanza di internet è ancora più rilevante se si considera come a orientare la scelta sui prodotti contribuiscano in maniera consistente anche i siti di comparazione (29%) e i consigli di altri utenti su blog, forum e social media (19%). La principale ragione che spinge a sottoscrivere una polizza vita è il desiderio di tutelare i propri cari e in particolare i figli. Oltre il  40% di coloro che sono intenzionati a sottoscrivere una polizza ha, infatti, figli minorenni a carico.

In un contesto caratterizzato dalle rinunce imposte dalla crisi, il  prezzo e la  chiarezza dell’offerta sono gli elementi principali che influenzano la scelta della polizza. Questi aspetti sono particolarmente rilevanti per coloro che si dicono disposti a sottoscrivere una polizza online, in quanto presi in considerazione rispettivamente dal  51% e dal  38% degli intervistati.

L’attenzione dei prospect online , oltre che sulla solidità della compagnia scelta, si appunta infatti sia sulla fruibilità del sito sia sull’efficienza del servizio di assistenza post vendita . Se la grafica e la fluidità di navigazione sono considerati aspetti importanti, la possibilità di inviare suggerimenti  e di contattare un servizio di customer care  attraverso un  numero verde o un indirizzo email  sono ritenuti elementi fondamentali per la sottoscrizione, rispettivamente nel 53%  e nel 47%  dei casi.