Arrivano i nostri. La Santanchè e l’ex marito vogliono salvare i periodici Rcs

200

A due giorni dall’assemblea decisiva per salvare la società che edita il Corriere della Sera, l’annuncio fa sperare Astra, BravaCasa, Novella 2000 e Visto

twitter@g_santaniello

E se il Salvatore della Patria fosse una bella signora di nome Daniela Santanchè? Magari alla Rizzoli ci sperano davvero per salvarsi in calcio d’angolo. Fatto sta che a due giorni dall’assemblea dei soci che dovrà decidere se ricapitalizzare le società o lasciare Rcs in mano al curatore fallimentare, l’ex ministro, dirigente di punta del Pdl si è fatta avanti per rilevare alcuni mensili della casa che edita anche il Corriere della Sera.

WCENTER 0WIEAJQNEC  -  ( Aenzia EMBLEMA - Daniela Santanchè___3.jpg )I periodici sono stati i primi a rientrare con un taglio netto nel piano lacrime e sangue proposto dal management di via Solferino, che addirittura vuole lasciare la sede storica del giornale di De Bortoli.

Ma ora, almeno per Astra, BravaCasa, Novella 2000 e Visto, una nuova speranza c’è. “L’offerta sarà presentata in questi giorni e sarà avanzata da Visibilia”, ha annunciato Canio Giovanni Mazzaro, ex marito di Daniela Santanchè.

“La proposta non prevede una dotazione finanziaria” da parte di Rcs sulle testate in vendita, come accaduto nel caso del passaggio di TiMedia a Cairo, ma contempla – ha specificato Mazzaro – “delle garanzie sui livelli occupazionali” dei periodici acquisiti.

L’operazione, in ogni caso, non riguarderebbe A, Europeo, Max Ok Salute, Yacht & Sail. Per loro, la chiusura sembra segnata senza alcuna speranza.