Ecco perchè nei film Usa sono sparite le sigarette. Ma è aumentato l’alcol

In Usa le bionde sono state messe al bando da una legge sulla pubblicità del tabacco. Diversamente dalle bevande alcoliche, che imperversano nelle pellicole. E influenzano anche i nostri ragazzi

twitter@g_santaniello

Una volta, gli eroi (e le eroine) del grande schermo fumavano. Tutte le star di Hollywood sono state immortalate almeno una volta con una sigaretta tra le labbra. Ora, scordatevi Marlene Dietrich e Marilyn Monroe, James Dean e Humphrey Bogart. Nell’epoca delle sigarette elettroniche e dei divieti normativi, si cambia vizio. Nei film, i nostri eroi si sono messi a bere.

dean bnn

Dai film statunitensi, quelli che piu’ influenzano i giovani anche al di qua dell’oceano, stanno sparendo le sigarette, ma c’e’ sempre piu’ alcol.

Lo ha scoperto uno studio pubblicato dalla rivista Jama Pediatrics.

I ricercatori hanno analizzato 1400 film, tutti entrati nella classifica dei top 100, tra il 1996, due anni prima della legge che negli Usa ha regolamentato le pubblicita’ del tabacco, e il 2009.

Dall’analisi e’ emerso che a partire dal 1998 le apparizioni del tabacco sono scese del 7% all’anno per stabilizzarsi intorno a 22.

Marilyn bnPer quanto riguarda le apparizioni dell’alcol pero’, che non sono regolamentate, i numeri cambiano molto. Le apparizioni nei film sono aumentate nello stesso periodo da 80 a 145, con una crescita di 5,2 apparizioni medie all’anno.

”Questo puo’ avere delle implicazioni nelle abitudini riguardo l’alcol dei teenager – concludono gli autori – per essere efficaci, i divieti alle pubblicita’ di sostanze che minacciano i giovani devono essere rinforzati e controllati dall’esterno, perche’ l’autoregolazione dell’industria non funziona”.