Roma – Lazio, il derby che fa paura a tutti. Tranne alla Rai

Il cambio di orario della finale di Coppa Italia per motivi di ordine pubblico non cambia il listino degli spot in vendita su Rai 1 per la diretta dall’Olimpico. Viale Mazzini scommette ad occhi chiusi sull’ultima sfida dell’anno. E consente a Rai 2 la contemporanea del Gp di Montecarlo

twitter@g_santaniello

Alemanno non fa altro che lanciare appelli: “Tifosi, non commettete violenze”. Il Codacons, per ora, ha perso la battaglia per rinviarlo ma ha diffidato il Prefetto facendo presente che ci sono pericoli anche per i festeggiamenti post-gara. La Lega trema. I club scalpitano ma auspicano un terzo tempo all’insegna del fair-play. Roma-Lazio, la finale di Coppa Italia prevista all’Olimpico il 26 maggio (giorno, tra l’altro, di elezioni comunali nella Capitale), fa paura a tutti. Ma non alla Rai.

finale

La partita è stata anticipata di quasi 3 ore (fischio d’inizio fissato alle 18 anzichè alle consuete 20 e 45), ma Viale Mazzini sta vendendo gli spazi pubblicitari allo stesso costo che era stato previsto per la serata.

Si va dai 70 mila euro per degli inserimenti da 4 secondi ai 350 mila per un intero minuto che sarà trasmesso nell’intervallo della partita.

Il calcio tira sempre. A qualsiasi orario (anche se, presumibilmente, agli inserzionisti verrà dato qualche sorta di bonus dato lo spostamento di orario della finale) e anche se si è giunti a fine stagione. Il pallone non ha paura nemmeno dell’automobilismo. Tant’è che in contemporanea con il secondo tempo di Lazio-Roma, su Rai 2 verrà trasmessa la replica del Gp di Montecarlo, la cui diretta sarà un’esclusiva Sky alle 2 del pomeriggio dello stesso giorno.