Periodici online. Ecco le classifiche

twitter@nikygarutti

Che i quotidiani e i periodici siano alle prese con il calo della pubblicità e delle copie vendute è ormai  risaputo. Sempre più spesso, infatti, sentiamo parlare di “crisi della carta stampata”.

periodici

A confermarlo abbiamo, ad esempio, la probabile ed imminente chiusura di ben dieci testate di Rcs Mediagroup: Novella 2000, Visto, A, Max, Astra, Ok Salute, BravaCasa, l’Europeo, Yacht & Sail e il polo dell’enigmistica. Confermata per giugno anche la chiusura di Casa Viva, Ville e Giardini, Panorama Travel e Men’s Health, del Gruppo Mondadori.

La soluzione al problema sembra arrivare dai media digitali, ormai considerati come l’unica via di fuga. La lettura digitale ruba lettori alla carta e le classifiche sembrano confermarlo.

Ecco le graduatorie aggiornate a marzo diffuse da Prima Comunicazione. Classifica delle prime dieci testate digitali: 1. Starbene (30.274); 2. Cucina Moderna (26.880); 3. Sale & Pepe (24.076); 
4. Glamour (22.682); 
5. Ad (11.765
); 6. Myself (10.823)
; 7. Gq (9.867)
; 8. Casa Facile (7.280); 9. Io e il mio bambino (6.904
); 10. Cambio-Panoramauto (6.343).

Da notare l’ingresso nella top ten delle testate Condé Nast, dovuto alla distribuzione da gennaio su tutti gli store, al lancio della versione per iPhone e alla campagna per gli abbonamenti ‘carta + digitale’.

Classifica delle prime dieci testate settimanali digitali di marzo:
 1. Io Donna (58.476
); 2. Il Venerdì di Repubblica (48.437); 3. D La Repubblica delle donne (48.436);
 4. Sorrisi e Canzoni Tv (34.454); 
5. Sport Week (16.170); 
6. Vanity Fair (11.785)
; 7. L’Espresso (5.675);
 8. Tu Style (5.039);
9. Milano Finanza (2.253
); 10. Topolino (1.458).