Le 7 qualità fondamentali per essere un buon community manager

498

community managementIl crescente utilizzo del canale digitale come veicolo per creare una comunità legata al brand ha significato, per molte aziende, la necessità di acquisire figure professionali per la gestione dei profili social aziendali e delle digital PR.

Questi nuovi profili devono occuparsi di due importanti aspetti: da un lato, fornire aggiornamenti costanti e significativi alla community; dall’altro, cercare di ottenere un feedback sull’azienda utile per ricevere indicazioni su prodotti o servizi offerti.

Ma quali sono, esattamente, le caratteristiche che oggi possono distinguere la figura professionale del Community Manager?

1. Spiccate doti comunicative – dopotutto, il community manager rappresenta la voce del brand e deve essere capace di adattare il messaggio a ciascun media digitale: da Twitter al blog, da Facebook al sito aziendale.

2. Capacità di individuare il messaggio da veicolare – si tratta, in questo caso, di un compito di selezione che richiede abilità editoriale e la capacità di valorizzare anche commenti e feedback degli utenti.

3. Empatia – è forse la caratteristica più importante che deve avere ogni addetto alle Pubbliche Relazioni. Mettersi nei panni del cliente, capirne il punto di vista ed essere in grado di utilizzare questa prospettiva per relazionarsi al meglio.

4. Abnegazione – ebbene sì, il lavoro del Community Manager non è un lavoro come tutti gli altri e richiede un’attenzione costante. In caso di crisi, il Community Manager deve essere in grado di intervenire rapidamente e in maniera efficace. Ogni ritardo, nel veloce mondo digitale, potrebbe rivelarsi letale.

5. Capacità di pianificazione e organizzazione – a differenza di quanto si potrebbe credere un buon community manager lascia davvero poco al caso. Per gestire numerose piattaforme occorre pianificare accuratamente i post e avere il tempo di analizzare costantemente i dati con strumenti come Analytics e Insight

6. Capacità di dar voce alla comunità – una delle abilità più rilevanti è quella di incentivare i fan a esprimere il proprio pensiero. La comunicazione deve essere bidirezionale e devono essere i membri della comunità ad avere il ruolo preminente.

7. Passione per il brand – è un elemento fondamentale per rappresentare con efficacia l’azienda per la quale si lavora. Senza passione il lavoro di un community manager rischia di essere poco incisivo o addirittura controproducente.

Queste dunque le caratteristiche fondamentali per un professionista delle Digital PR. E per chi volesse approfondire queste tematiche, c’è il Corso Digital PR di The Vortex!