TheGoodOnes lancia #AndyGoesToPisa, la campagna social per la mostra “Andy Warhol. Una storia americana”

144

TheGoodOnes lancia #AndyGoesToPisa Photo Challenge, una performance creativa sui social network per coinvolgere gli appassionati di Andy Warhol in occasione dell’esposizione di Pisa a Palazzo Blu.

“Andy Warhol. Una storia americana” si annuncia come un imperdibile evento nel panorama delle offerte espositive di questo autunno: oltre 230 opere provenienti dall’Andy Warhol Museum di Pittsburgh, e da numerose collezioni americane ed europee, ripercorreranno il percorso creativo dell’artista che tanto ha rivoluzionato l’arte del XX secolo. La mostra è promossa dalla Fondazione Palazzo Blu, prodotta in collaborazione con GAmm Giunti, a Pisa dal 12 ottobre 2013 al 2 febbraio 2014.

#AndyGoesToPisa Photo Challenge  è la campagna social ideata da TheGoodOnes per coinvolgere gli appassionati di Andy Warhol; una performance creativa sui social network e un happening dal vivo a Pisa. Le 230 opere della mostra vengono rilasciate su Twitter, Facebook e Instagram, invitando gli utenti a interpretarle e declinarle nelle forme più libere ed evocative, dalle parole alle immagini.

TheGoodOnes-social-media-marketing-andygoestopisa-app copia

Tramite un’applicazione sviluppata ad hoc da TheGoodOnes, i contributi dalla rete vengono raccolti in una gallery sul sito e su Facebook, commentati dai curatori Claudia Beltramo Ceppi e Walter Guadagnini per essere successivamente esposti in uno spazio dedicato nel contesto della mostra di Pisa.

Questo, per sostenere l’affluenza alla mostra ma anche per coinvolgere attivamente gli appassionati di arte, fotografia e moda che frequentano e che usano la rete per esprimersi creativamente. Una mostra nella mostra, un happening creativo in pieno spirito pop, per riflettere ulteriormente sul ruolo delle immagini nell’era della democratizzazione dei social network.

Nel progetto è coinvolta anche “Instagramers Pisa”, la community italiana degli appassionati di Instagram e impegnati a valorizzare il territorio di Pisa e provincia attraverso la condivisione delle foto fotografiche realizzate con smartphone.

Parallelamente, la strategia editoriale sviluppata da TheGoodOnes vuole amplificare il ruolo sociale ed educativo degli organizzatori, raccontando giornalmente sui social network il percorso narrativo della mostra, i suoi protagonisti, gli aneddoti del dietro le quinte, e l’allestimento che con 230 opere ripercorre l’itinerario creativo dell’autore che ha rivoluzionato l’arte del XX secolo.