Playboy Italia compie 40 anni e si regala un restyling

45

Grande attesa per il n°40 di Playboy Italia, edito da Play Media Company, poiché segna un grande cambiamento per il mensile dedicato all’uomo, ma che non dimentica la donna più famoso del mondo.
Il restyling è opera del nuovo Direttore Editoriale del Gruppo Roberto Rossi Gandolfi, affiancato dal Direttore di Testata Marco Basileo, dall’Art Director Didier Falzone e dalla redazione guidata da Marco Infelise.
Lanciato sul mercato nel 1953, Playboy approda in Italia nel 1972 immortalando i più grandi nomi dello spettacolo italiano femminile da Edwich Fenech Gloria Guida, Edwige Fenech, Barbara Bouchet, Pamela Prati, Jenny Tamburi, Nadia Cassini, Dalila Di Lazzaro, Barbara d’Urso, sino a Violante Placido, martina Stella Melissa Satta Carolina Crescentini e tante altre, nelle pubblicazioni più recenti. Numerose anche le firme e le collaborazioni autorevoli del calibro di Nabokov, Bradbury, Italo Calvino per citarne alcuni.
Dal 18 Novembre Playboy Italia approda in edicola con un nuovo vestito, ma qual è il suo obiettivo oggi? Interpretare il cambiamento e raccontare come vivere il quotidiano infrangendo le regole apprezzando tutto ciò che rientra nella sfera del “bello”. Playboy Italia, si presenta così al pubblico con un linguaggio innovativo per sottolineare il suo essere iconico, raffinato, arguto e intelligente, dedicando spazio alla moda, all’arte, al design, ma che non può dimenticare la sensualità e la sua massima espressione vista nella celebrazione del corpo femminile.
Per la cover story del numero quaranta non poteva quindi, non esserci lui, il coniglio più famoso del mondo, rivestito dalle cover che hanno fatto la storia della rivista. All’interno una speciale inchiesta dedicata alle “Donne che amano le donne”, e ancora la Playmate di novembre 2012 la bellezza mozzafiato Natalia Kulik.
Nella speciale e immancabile sezione vintage si ripercorre l’anno 1982, protagonista l’incredibile avvenenza di Kim Basinger, l’intervista a Jhon Lennon e Yoko Ono e la Playmate dell’epoca Karen Elaina Price.