L’insostenibile pesantezza di essere Gianluigi Nuzzi

Il conduttore di Quarto Grado promette su Facebook che la sua trasmissione assumerà presto il suo profilo a suon di inchieste. Ma ‘l’ombra’ del Vaticanleaks lo potrà mai lasciare?

di Giovanni Santaniello

Essere o non essere Gianluigi Nuzzi? Non deve essere facile continuare a fare il giornalista (come qualsiasi altro lavoro) con la consapevolezza di aver già toccato il punto più alto della propria carriera professionale.

nuzzi

Nuzzi ha firmato l’inchiesta che ha dato uno scossone alla Storia: quella di Vaticanleaks. I suoi libri hanno dato il la al terremoto che ha portato alle dimissioni Ratzinger e alla proclamazione di Bergoglio sul soglio Pontificio.

A 44 anni, Nuzzi può essere già certo che il suo posto nella storia del giornalismo già l’ha prenotato. E’ e sarà per sempre l’autore dello scoop che ha svelato al mondo le carte segrete sul tavolo di Benedetto XVI, i giochi di potere della curia romana, i suoi corvi, i suoi traditori, le sue vittime.

Ora è impegnato in una sfida tutta nuova, alla conduzione di Quarto Grado (il venerdì in prima serata su Rete 4). E sebbene gli ascolti non lo boccino, Nuzzi, ieri sera, ha avvertito l’esigenza di fare alcuni chiarimenti che, a ben vedere, più che ai suoi fan, sembrano rivolti a se stesso.

Sulla sua pagina Facebook, ha lasciato scritto: “Cari amici, credo che il mio percorso sia chiaro ma forse serve una precisazione: ho accettato la conduzione di Quartogrado con entusiasmo perché all’interno di un progetto che prevede più iniziative. Tra queste ci saranno anche le mie inchieste che torneranno quindi in tv, andando ad aggiungersi a quanto faccio ora. Chi preferisce queste ultime, le mie classiche, a quelle di Quartogrado deve avere solo un po’ di pazienza. Così come chi ama i miei libri, i miei saggi. Per il resto anche Quartogrado, piano piano assumerà il mio profilo. Grazie della fiducia e del sostegno”.

Nuzzi sembra avvertire il peso di essere Nuzzi. E, soprattutto, sembra avvertire che Quarto Grado – al di là di quanto promette – non potrà mai davvero assumere il suo profilo. Inarrivabile. Da Vaticanleaks.