La trasmigrazione della responsabilita’

125

Titolo: La responsabilità da contatto sociale. Profili pratici e applicazioni giurisprudenziali
Autore: Antonino Santoro
Editore: Giuffrè Editore, Milano, 2012, pp. 220
Prezzo: Euro 24,00
Argomento: Uno studio giuridico molto interessante, per attualità delle questioni che tocca e per la novità che rappresenta, appare per la collana Teoria e pratica del diritto, edita da Giuffrè. Si tratta dello studio sulla responsabilità da contatto sociale, quello strumento attraverso il quale la giurisprudenza opera la trasmigrazione di una serie di ipotesi tradizionalmente collocate nell’alveo della responsabilità ex art. 2043 cc verso la sfera della responsabilità contrattuale. Un percorso, come si comprende, favorevole al soggetto che chieda tutela perché troverebbe applicazione la disciplina a lui più favorevole della responsabilità contrattuale.
L’Autore si avventura nella riflessione su questi temi, ripercorrendo anche l’evoluzione che grazie alla Giurisprudenza e parte della dottrina più evoluta vi è stata del concetto di obbligazione, prestazione e responsabilità. Le fattispecie più comuni di tale situazione giuridica nuova, che si colloca idealmente tra contratto e torto, abbraccia ad esempio, la responsabilità del medico dipendente, ovvero dell’insegnante per le autolesioni dell’alunno. E ancora, la responsabilità della banca per illegittimo pagamento di assegno non trasferibile e per omessa attivazione per evitare il protesto e la più ampia famiglia di figure riconducibili al danno da informazione scorretta. E’ questo il caso delle informazioni finanziarie e della responsabilità da prospetto così come la responsabilità delle Autorità indipendenti per omessa vigilanza. Segmento in cui è ricondotta anche la delicata questione delle agenzie di rating. Tema che anche la cronaca recente ha riportato all’attenzione del giurista, del legislatore e del grande pubblico.