Droghe sul web, parte la campagna del Ministero della Salute

Sos per la diffusione delle sostanze illecite che si spacciano utilizzando la Rete

twitter@g_santaniello

Il Ministero della Salute ha annunciato una grande campagna per informare i ragazzi delle scuole sui rischi che comporta l’uso di sostanze stupefacenti, non per ultime quelle che si riescono a reperire (troppo facilmente) sul web.

droga

Questo – è l’allarme che ha lanciato la titolare del dicastero Beatrice Lorenzin – è un mercato sempre più fiorente, tant’è che nel 2010 almeno 70 ragazzi hanno dovuto essere ricoverati per gravi intossicazioni.

Da qui, la scelta del ministero di lanciare un grande Piano di azione nazionale che dichiara guerra a cannabis sintetica, khat, kratom e ketamina, le sostanze più ricercate dai giovanissimi e che sono state etichettate per il legame col web ‘smart drugs’.

La campagna di sensibilizzazione fa parte integrante, naturalmente, del Piano anti-smart drugs anche perchè – spiega la Lorenzin – chi deve far ricorso alle cure mediche per disintossicarsi deve subito avvisare i medici a proposito di ciò che ha assunto: le droghe che si spacciano sul web si camuffano facilmente e sono difficili da ‘scovare’ per un medico.