Il rugby italiano fa sentire la sua voce con adidas e BCUBE

Parte in questi giorni “Voci del Rugby”, la campagna sviluppata da BCUBE per il lancio della sponsorizzazione, da parte di adidas, della Federazione Italiana Rugby.

Il Rugby italiano è in crescita, e sta conquistando un numero sempre maggiore di appassionati anche tra i giovanissimi che, oltre a seguirlo, sempre più spesso scelgono di praticarlo. Un successo suggellato dall’accordo tra Federazione Italiana Rugby e adidas, già sponsor in tutto il mondo di alcune delle più importanti squadre di rugby, una su tutte i leggendari All Blacks.

Per il rugby italiano è arrivato il momento di far sentire la propria voce. Ed è questo il punto di partenza della creatività di BCUBE – Racconta Francesco Bozza, Direttore creativo esecutivo e CEO. Il progetto, con il quale l’agenzia si è aggiudicata nei mesi scorsi una gara a 4, comprende TV, stampa, web, social network, iniziative in store.

Il filo conduttore dell’intera operazione è l’idea di creare un vero e proprio “mantra musicale” del rugby italiano. Un brano che sarà la colonna sonora dello spot ma che vivrà anche di vita propria.
“Il ritmo è stato creato montando i veri suoni del rugby registrati in presa diretta durante le riprese dello spot” dicono Sergio Spaccavento e Andrea Stanich, direttori creativi del progetto. “Questa base ritmica, composta dalla Screenplay di Gianfranco Clerici, è stata rielaborata dalla DJ Dumbblonde, talento emergente della musica da club che sta spopolando nelle discoteche di tutta Europa. Le sonorità della deejay si innestano sul ritmo del rugby rendendolo trascinante”

Il terzo elemento dell’audio, quello che dà il nome alla campagna, è costituito dalle “Voci del Rugby”: per settimane, i creativi di BCUBE e i tecnici di Screenplay hanno visitato le squadre giovanili di rugby di tutta Italia chiedendo ai giovanissimi giocatori di raccontare la loro passione per la palla ovale. Dalle registrazioni di queste interviste (più di 14 ore di materiale audio) sono state estrapolate alcune frasi che, opportunamente elaborate e mixate, sono entrate a far parte della soundtrack dello spot televisivo.

Non è finita. BCUBE, avvalendosi della collaborazione tecnica della web-agency VanGogh, ha sviluppato il sito vocidelrugby.com. L’idea viene raccontata da Andrea Marzagalli, art director di Bcube: “Tutti quelli che amano il rugby avranno la possibilità di far sentire la propria voce, registrando un messaggio vocale e pubblicandolo in uno speciale “stadio delle voci” accessibile anche da facebook e da una mobile app sviluppata sia per iPhone che per Android. Le frasi più belle andranno ad aggiungersi a quelle già presenti nello spot, per creare una versione estesa del brano: un “mantra”, appunto, che verrà suonato in occasione dei prossimi impegni della nazionale, i test match con Tonga, Australia e gli All Blacks.

Anche la campagna stampa in tre soggetti ha al centro l’idea delle “Voci del Rugby”. Nel format adidas, le immagini descrivono scene di gioco, mentre i titoli sono la trascrizione di alcune delle testimonianze più belle rilasciate dai ragazzi delle squadre giovanili.

“E’ un progetto molto ambizioso, che parla un linguaggio moderno con un approccio alla comunicazione in linea con gli standard internazionali” conclude Francesco Bozza.
“Siamo molto orgogliosi di aver lavorato per un Brand così importante e per uno sport – il rugby – così vero ed autentico.”

Al progetto ha lavorato un team guidato dal direttore creativo esecutivo Francesco Bozza e composto da Andrea Marzagalli (art), Andrea Stanich (copy e client creative director), Sergio Spaccavento (direttore creativo associato).
La soundtrack è di DumbBlonde( LuckyBeard rec) adattata al film da Gianfranco Clerici (Executive Producer Screenplay).Le foto della campagna stampa sono di Sebastiano Pessina.
Lo sviluppo del sito e delle app è a cura di Van Gogh.