Premio Ilaria Alpi: a Riccione il grande giornalismo di inchiesta

43

Dal 6 settembre a Riccione, la diciottesima edizione della manifestazione dedicata all’inviata Rai uccisa in Somalia. Incontri con le grandi firme del giornalismo, spettacoli, interviste al tramonto, le anticipazioni della nuova stagione televisiva, un workshop con Paul Moreira e alla sera l’intrattenimento di “Zoro”.
L’8 settembre le premiazioni delle migliori inchieste tv.

Tre giorni nel segno di Ilaria Alpi e del giornalismo televisivo d’inchiesta.
Per saperne di più su crisi economica e mafie, Siria e misteri d’Italia in compagnia delle migliori firme del giornalismo italiano e internazionale. E poi spettacoli, appuntamenti che si muovono tra informazione e intrattenimento, mostre, proiezioni, fino alla premiazione delle migliori inchieste televisive dell’anno.

Da giovedì 6 al sabato 8 settembre torna a Riccione il Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi, la manifestazione promossa dall’associazione Ilaria Alpi in memoria della reporter del Tg3 uccisa nel 1994 a Mogadiscio insieme all’operatore Miran Hrovatin.

“Nel novantesimo anno del Comune di Riccione, abbiamo deciso di aprirci ancora di più alla città e di portare il giornalismo di inchiesta vicino ai riccionesi e a chi è ancora in vacanza. – dice Andrea Vianello, volto noto di Rai 3 con Agorà e direttore scientifico della manifestazione – Il Premio abbraccerà tutta la città, sarà nel giardino di Villa Mussolini, al Palazzo dei Congressi, al Palazzo del Turismo, ma anche sul lungomare e nella centralissima piazzale Ceccarini”.

Nella serata di giovedì, ogni anno dedicata ad Ilaria e alla ricerca di verità e giustizia,  si è scelto il teatro d’impegno civile. La serata intitolata “Ilaria Alpi. Perché” accoglierà “Lo Schifo. Omicidio non casuale di Ilaria Alpi nella nostra ventunesima regione” di Stefano Massini.
Lettura scenica del testo teatrale dedicato alla vicenda della giornalista, con la partecipazione straordinaria di Isabella Ragonese e le testimonianze di persone e personaggi che in questi 18 anni si sono imbattuti con la vicenda della morte di Ilaria Alpi, dallo scrittore Marcello Fois a Mariangela Gritta Grainer, ex consulente della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul Caso Alpi – Hrovatin e portavoce dell’Associazione Ilaria Alpi, fino al giornalista tv Flavio Fusi che ha avuto nel 1994 il compito di dare la drammatica notizia durante l’edizione straordinaria del Tg3.

Nella sua diciottesima edizione, il Premio Ilaria Alpi non può che puntare i riflettori su due dei temi in prima pagina sui media di tutto il mondo: la crisi economica e la Siria.
“Della crisi e anche di come sia stata affrontata dai media parleremo in particolare nella serata di venerdì 7 settembre – continua Vianello –  Avremo con noi il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca, la direttrice del Tg3 Bianca Berlinguer e il conduttore del programma Piazza Pulita de La7 Corrado Formigli, il maestro del cinema di impegno Mimmo Calopresti e il presidente della Fondazione Di Vittorio, Fulvio Fammoni e l’economista de “Il Giornale” Claudio Borghi”.

Sempre venerdì, ma nel pomeriggio, andrà in scena un focus sulla Siria, a cui partecipera’ la co-vincitrice del premio speciale UniCredit 2012 per la libertà di informazione.
“Sarà anche l’occasione per ricordare Gilles Jacquier – aggiunge Vianello – l’inviato di France 2 ucciso in Siria a gennaio, a cui lo scorso anno abbiamo consegnato il Premio Ilaria Alpi per il miglior reportage internazionale per uno straordinario servizio sulla rivoluzione tunisina”.

Tanti gli appuntamenti che animeranno la tre giorni del Premio Ilaria Alpi e che porteranno sulla Riviera romagnola i protagonisti dell’informazione internazionale. Toccherà allo stesso Vianello condurre A tv per tv, interviste al tramonto con due regine dell’informazione e dell’intrattenimento televisivo: Lucia Annunziata (venerdì 7) e Serena Dandini (sabato 8).

Due “salotti” che verranno introdotti, da altri due appuntamenti (venerdì e sabato alle 12.00) dedicati alla televisione italiana e alla sua produzione d’informazione: “Essendo quest’anno un’edizione settembrina del Premio e avendo tanti ospiti dal mondo della tv, – spiega Andrea Vianello – a Riccione verranno lanciati i programmi della nuova stagione televisiva, a partire da Piazzapulita di Corrado Formigli e Inmezz’ora di Lucia Annunziata”.

Il programma giorno per giorno

GIOVEDI’ 6 SETTEMBRE

La giornata inaugurale del Premio Ilaria Alpi si apre giovedì 6 settembre all’insegna dell’informazione leggera (ma non troppo) con Breakfast news e i commenti di Filippo Solibello, Marco Ardemagni e Cinzia Poli della squadra di Caterpillar  AM (ogni mattina alle ore 10 nel giardino di Villa Mussolini verrà allestita una colazione con i prodotti di Living Brekfast, azienda leader nella colazione per hotel). Nel pomeriggio alle 17.30 si apre lo spazio libri nel Salotto di Riccione 90 con la presentazione dell’ultimo romanzo di Walter Veltroni: L’Isola e le Rose.

Mentre alle 18.30 a Villa Mussolini:  taglio del nastro della mostra sulla rivoluzione in Libia del fotografo Fabio Bucciarelli, “L’odore della guerra”.
Nella stessa occasione spazio a Letizia Battaglia che porterà a Riccione Storie di Mafia: una carrellata di volti mafiosi, narrati attraverso gli scatti fotografici realizzati da uno tra gli sguardi più sensibili del giornalismo fotografico italiano e non.

Mentre alle ore 19.30 Saverio Lodato intervista il pm della Dda di Palermo Nino Di Matteo per fare il punto di una storia senza fine, ancora in grado di fornire spunti e colpi di scena,  a vent’anni dalle stragi che uccisero Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e otto agenti delle loro scorte.

Alle ore 21.00 si prosegue con “Ilaria Alpi perché”, lettura scenica del testo “Lo schifo” di Stefano Massini, con la partecipazione straordinaria di Isabella Ragonese (appuntamento in collaborazione con Riccione Teatro)
Alle ore 23 tocca a Diego Bianchi chiudere la giornata: insieme ad
Antonio Sofi sarà sul palco in “Zoro on the beach”, video, interviste agli ospiti del Premio e satira sui fatti del giorno (anche venerdì alla stessa ora). Sul palco insieme a Zoro anche i Pornography a cui è stato dato il compito di curare le musiche della serata.

VENERDI 7 SETTEMBRE

La giornata di venerdì 7 (mentre nella location del giardino di Villa Mussolini si terrà Breakfast News, la rassegna stampa di Caterpillar AM) parte alle 10 con il workshop gratuito sul graphic journalism (dalla carta al multimedia) di Carlo Gubitosa di Mamma!, la prima rivista di giornalismo a fumetti, seguito dalle anticipazioni sui programmi di informazione televisiva della nuova stagione (entrambi gli appuntamenti a Villa Mussolini).

Mentre nel pomeriggio si prosegue con l’appuntamento libri: alle 17 Roberto Scardova e Paolo Bolognesi parlano di due agosto con il libro “Stragi e Mandanti”, per concludersi – dopo gli incontri già citati: l’approfondimento sulla Siria con il ricordo di Gilles Jacquier e l’intervista di Vianello a Lucia Annunziata) – con il dibattito su “La crisi allo specchio” con il ministro Barca, Bianca Berlinguer, Claudio Borghi, Fulvio Fammoni, Mimmo Calopresti e Corrado Formigli (alle ore 21 al Palacongressi di viale Virgilio 17).

SABATO 8 SETTEMBRE

Sabato 8 arriva al Premio Ilaria Alpi un nome di punta della televisione europea, Paul Moreira, che a partire dalle ore 9 terrà un workshop gratuito (in lingua inglese) sul giornalismo d’inchiesta europeo (a Villa Mussolini), mentre nel pomeriggio in collaborazione con il Premio Roberto Morrione, Paul Moreira si confronterà sul tema con Udo Gumpel della rete televisiva tedesca Ntv e i reporter Rai Ennio Remondino e Maurizio Torrealta  e Giorgio Zanchini (alle ore 16.30 presso il Palazzo del turismo, in piazzale Ceccarini 11).
Nella stessa occasione verrà presentato “Fai quel che devi, accada ciò che può”, un video omaggio a Roberto Morrione a cura di Piero Badaloni, montaggio di Nicola Berti.

Mentre alle 12 si terrà il secondo appuntamento con le anticipazioni sui programmi d’informazione della stagione televisiva 2012/2013 a Villa Mussolini, in Piazzale Ceccarini a partire dalle 11 si terrà un’interessante conversazione con Nuccio Fava, Margherita Granbassi  e Marco di Liccio vice presidente dell’Auser sulle “Generazioni a confronto”.

Ultimo appuntamento con i libri è con Attilio Bolzoni e il suo “Uomini Soli” dedicato a Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa, La Torre (Salotto di Riccione 90 alle 17.30) (in collaborazione con il G.A.P Gruppo Pio La Torre). L’appuntamento con A TV PER TV di Andrea Vianello (Piazzale Ceccarinialle 19.00) avrà come protagonista Serena Dandini.

Il gran finale alle ore 21 al Palacongressi, con la serata condotta da Tiziana Ferrario in cui saranno proclamati i vincitori della diciottesima edizione del Premio Ilaria Alpi.

Otto le categorie del concorso, in gara reportage, servizi tv e documentari inediti realizzati da giornalisti professionisti, freelance e giovani autori di network internazionali, nazionali, locali e di web-tv.

Per il terzo anno consecutivo, un premio speciale UniCredit sarà dato a due giornaliste e attiviste siriane che si sono distinte per il valore e per il coraggio nell’informare.

Nelle giornate di giovedì 6, venerdì 7 e sabato 8, al Palazzo del Turismo si svolgeranno inoltre le proiezioni e gli incontri con gli autori dei video finalisti del Premio Ilaria Alpi.

La cerimonia di premiazione e tutti gli appuntamenti del Premio Ilaria Alpi rientrano nei festeggiamenti di Riccione 90 e sono a ingresso libero. Il programma completo è sul sito www.premioilariaalpi.it. Tutti gli appuntamenti del Premio ILARIA ALPI sono ad ingresso libero, tranne i workshop che sono ad iscrizione obbligatoria ma gratuiti.