Remo Lucchi riceve il premio Assirm 2012

Remo Lucchi ha ricevuto oggi a Milano il Premio Assirm 2012, il premio giunto ormai alla terza edizione promosso dall’Associazione tra Istituti di Ricerca di Mercato, Sociale e d’opinione, per dare un riconoscimento agli imprenditori ed ai manager che grazie al loro lavoro e alle loro idee hanno contribuito allo sviluppo della cultura delle ricerche di mercato, sociali e d’opinione in Italia.

Il Presidente Umberto Ripamonti e il Consiglio Direttivo di Assirm hanno voluto premiare la carriera di un uomo che ha dato un impulso alla creazione ed allo sviluppo del principale istituto italiano di ricerca ad hoc, Eurisko (ora GfK Eurisko), un punto di riferimento nello scenario della nostra industria ed uno stimolo a competere sui temi dell’innovazione e della qualità per tutti i soggetti e colleghi del nostro mercato

Nella motivazione si legge: “Il premio è un riconoscimento di un’eccellenza imprenditoriale e professionale del mondo delle ricerche che ha saputo integrare i valori del sapere accademico con un pragmatismo illuminato di gestione aziendale basata sull’iniziativa, l’innovazione e la responsabilità sociale.
Per il rigore e la professionalità con cui Remo Lucchi ha contribuito alla crescita ed alla qualificazione della ricerca in ambito sociale e di mercato, per il senso di responsabilità, l’impegno e lo spessore umano con cui ha saputo interpretare i diversi ruoli di manager e ricercatore, fondati sui valori del dialogo, della trasparenza, della competenza e della qualità.”

“Ricevo un premio del tutto inatteso. In genere si danno premi a chi ha fatto grandi cose, mentre per me credo che il bello debba ancora venire. In ogni caso sono davvero grato ed inorgoglito.” ha commentato Remo Lucchi. “Ritengo comunque di essere solo un rappresentante di coloro che il premio lo meritano davvero. E sono tutti i colleghi del gruppo che il nostro Maestro Gabriele Calvi ha forgiato e fatto crescere, insegnando l’arte dell’intraprendere continuamente, senza paura, e di realizzare sia con tecnica raffinata che con grande cultura”.

“Assirm è orgogliosa di poter assegnare questo premio a Remo Lucchi, un professionista che ha dato un contributo alla costruzione di una cultura consulenziale della ricerca italiana, portando la consulenza e l’interpretazione più all’interno della stessa ricerca quantitativa, favorendo lo sviluppo di un mercato italiano della ricerca mediamente più sofisticato di molti altri mercati, anche dimensionalmente più importanti.” Ha dichiarato Umberto Ripamonti, presidente di Assirm. “Lucchi ha inoltre favorito la crescita e l’affermazione di ricercatori e manager dando spazio alle loro idee e professionalità e promuovendo la diffusione di una cultura sofisticata di ricerca. Remo Lucchi rappresenta un esempio eccellente di stile imprenditoriale e professionale fatto di competenza, correttezza e rigore etico che si è affermato nel mondo della ricerca in Italia.”