Starcom Digital Academy presenta L’Era dei Social Network

37

Si è tenuto ieri, presso lo Starhotels Echo di Milano, l’appuntamento della serie Starcom Digital Academy dal titolo L’Era dei Social Network, promosso come sempre da Starcom Italia, questa volta in collaborazione con Facebook. Un momento per riflettere e approfondire con dati, analisi e ricerche mirate una realtà ormai imprescindibile, quella dei social network appunto. L’intervento di Starcom, tenuto da Sara Buluggiu, Digital Director Starcom Italia, che leggeremo in seguito. In conclusione, poi, Starcom ha voluto mettere in luce le opportunità in termini di comunicazione, anche attraverso alcune case histories di successo, esposte da Roberta Zamboni, Special Digital Project Manager Starcom MediaVest Group. Ecco i punti salienti:

Social Network, definizione e diffusione mondiale – Partendo dalla definizione di social network, fonte Wikipedia, come un insieme di tecnologie e pratiche online che le persone adottano per condividere contenuti testuali, immagini, video e audio, Sara Buluggiu ha spiegato che in essi si verifica un processo di democratizzazione dell’informazione, che trasforma le persone da fruitori di contenuti a editori. «Un dato che esprime l’importanza di questo fenomeno» – ha continuato Buluggiu –  «è che, nel mondo, la maggior parte del tempo speso online (il  19%) è dedicato ai SN; inoltre, ben l’85% della popolazione visita un social network, primo fra tutti Facebook, che però non è ancora leader in paesi come Cina, Giappone e Russia».

Penetrazione in Italia – Passando ad analizzare la situazione in Italia, Sara Buluggiu ha sottolineato che ad oggi i SN possono considerarsi una realtà consolidata, se si pensa che in base a dati Audiweb View Maggio 2012 il peso degli utenti di social network sul totale della popolazione internet italiana è pari all’85%. Non solo, il 35% del tempo speso online è sui SN, con Facebook che da solo rappresenta il 32%. Se poi non è certo una sorpresa che i giovani 14-29enni siano i più “social”, è interessante notare che la maggiore crescita registrata nella penetrazione dei SN si è registrata nelle fasce di età 45-54 anni (+15%) e over 55 (+12%), secondo i dati Eurisko New Media 2011 (base utenti internet ultimi 3 mesi).

Influenza su abitudini e uso dei media – I Social Network cambiano le nostre abitudini. In base ad alcune elaborazioni su dati Eurisko New Media 2011, su base utenti internet che utilizzano i SN, abbiamo riscontrato che il 45% di questi (6,1 milioni di persone) ritiene, grazie ai SN, di aver migliorato le proprie conoscenze di attualità e di essere più aggiornato sui fatti del mondo; il 44% pensa di riuscire a conoscere prima le nuove tendenze del momento; il 29% afferma di informarsi meglio sugli acquisti e di essere un consumatore più esperto. Non solo, i SN hanno cambiato le abitudini nell’utilizzo stesso di Internet, per esempio con la condivisione online delle foto, delle notizie che interessano di più, e una maggiore visione di video. Un forte impatto lo hanno dato in particolare alla fruizione delle news online, con oltre 500mila condivisioni di articoli sui SN; infine, Buluggiu ha evidenziato la trasformazione della fruizione del mezzo tv dovuta ai SN, citando come esempio di social tv, il programma televisivo Servizio Pubblico, che ha generato oltre 31mila interazioni su Facebook e 5.723 tweets. Il 35% di utenti dichiara che internet consente di rimanere sempre in contatto con gli amici mentre si guarda la tv, commentando ciò che viene trasmesso.

Social Network sempre più mobile – Il 22% degli utenti mobile internet accedono ai SN; e questo rafforza il legame con il territorio, tanto che 1,3 milioni di italiani sono registrati a servizi di geolocalizzazione, e 400mila hanno effettuato almeno un “check-in” (dati Eurisko New Media 2011).

Facebook & Co – Fra i vari SN, Facebook è il più usato in Italia (22,2 milioni di utenti unici), con più della metà utenti che lo visita come primo sito della sessione di navigazione. Ma Facebook non è il solo. Fra i social network più diffusi, troviamo Youtube (18,7 milioni di utenti unici), caratterizzato da un target di riferimento giovane (< 34), twitter (3,6 milioni di utenti unici), google+ (2,5 milioni di utenti unici e un target Adulto >34).

Temi privilegiati sui Social – Infine, Sara Buluggiu ha messo in evidenza alcuni punti chiave, in relazione all’analisi sui vari profili di utenti online (Uomini, Donne, Giovani 18-24 anni, Teens 14-19 anni, Donne RA 25-54): la penetrazione dei social network è elevata su tutti i target considerati, che  dimostrano di essere prevalentemente heavy users (con collegamento a SN tutti i giorni/3-4 volte a settimana). Per quanto riguarda i contenuti preferiti dagli heavy users dei vari profili considerati, si riscontra una certa omogeneità di gusti con la preferenza di temi come “Amicizia, Musica, Video”; unica eccezione per gli uomini, che nelle preferenze, oltre ad Amicizia e Musica inseriscono lo Sport.