LE RADIO LOCALI ALLA PROVA DI RADIO MONITOR 2012 PARTE 2/3: LE REGIONI DEL CENTRO

di Claudio Astorri

Continuiamo il viaggio nella radiofonia locale alla prova di RADIO MONITOR 2012. In questo caso di concentriamo sul CENTRO della nostra Penisola.
TOSCANA, notizia 1 – Radio Locali cercasi! Non è una provocazione. Se eccettuiamo i marchi nazionali che pure originano da Ponsacco e le emittenti multi-regionali come RADIO SUBASIO e RADIO BRUNO nessuna radio locale della Toscana supera nella sua regione i 6.000 ascoltatori medi nel quarto d’ora di RADIO BLU. E’ un dato sinceramente molto basso considerata la poolazione della regione. Ed è un dato non proprio edificante nella determinazione della portata di business delle imprese radiofoniche locali della Toscana. Il fenomeno appare in peggioramento dai tempi di AUDIRADIO e occorrerebbe porvi rimedio urgentemente poichè il potenzilale, al contrario, esiste.
TOSCANA, notizia 2 – Ai più potrebbe non apparire più una notizia. Comunque, RADIO SUBASIO rimane largamente prima. Quanto “largamente”? Offre il triplo degli ascolti a RADIO CUORE, seconda in classifica, e quasi il quintuplo alle inseguitrici dal terzo posto in poi. Come dire, un monarca assoluto!.
MARCHE, notizia 1 – VERONICA MY RADIO si dimostra un progetto interessante e rafforza il primato quale radio locale delle Marche prima nel giorno medio e nei quarti d’ora della sua regione dove, anche qui, imperversa comunque il tornado del Centro Italia, Radio Subasio.
MARCHE, notizia 2 – Per una radio importante che non si è iscritta, RADIO ARANCIA, una discreta quantità di altre emittenti appaiono o riappaiono in buon numero nell’elenco: MULTIRADIO, RADIO ASCOLI, RADIO FANO 101, ecc. Colpiscono i bassi ascolti di RADIO LINEA, soprattutto in relazione all’area coperta; in generale il sia pur accresciuto panorama marchigiano raccoglie numeri piccoli, anche qui, in relazione alla popolazione, non solo in assoluto. Tra tutte le emittenti della regione RADIO AZZURRA ha il miglior rapporto tra ascoltatori nel giorno medio e quelli del quarto d’ora; il basso turn-over identifica eccellente fedeltà e sintonia di chi ascolta.
UMBRIA, notizia 1 – RADIO SUBASIO, la radio dei record, nella sua regione distacca la seconda in classifica, l’incolpevole RADIO DELTA, di ben 6 volte. Non è una notizia, è una lastra di pietra.
LAZIO, notizia 1 – Dopo il primato in Toscana, nelle Marche e in Umbria, si conferma la posizione numero 1 di RADIO SUBASIO anche in Lazio. Il distacco in valori assoluti è granissimo, esattamente 200.000 ascoltatori nel giorno in medio in più della seconda in classifica, RADIO GLOBO.
LAZIO, notizia 2 – RADIO GLOBO regola autorevolmente DIMENSIONE SUONO 2 e DIMENSIONE SUONO ROMA. Non deve ingannare il relativamente piccolo ma riscontrabile vantaggio nel giorno medio. Se si osservano i quarti d’ora, che determinano peraltro anche i veri valori commerciali della pianificazione pubblicitaria, RADIO GLOBO ha esattamente il doppio dell’ascolto delle 2 rivali di sempre. E’ probabilmente il fatto visbile e più eclatante nella regione di questa rilevazione.
LAZIO, notizia 3 – Tra le radio sportive colpisce la contrazione nel giorno medio di CENTRO SUONO SPORT che tuttavia ha degli ottimi quarti d’ora, i migliori a precedere anche RADIO RADIO.
ABRUZZO, notizia 1 – RADIO DELTA 1 è il nuovo leader dopo qualche anno di purgatorio. Attenzione alla lettura dei numeri, però. RADIO DELTA 1 ha sposato una annata incredibile del Pescara Calcio, probabilmente irripetibile. Il congruo salto di notorietà è stato incassato nei 7 giorni, molto meno nel giorno medio e niente affatto nel quarto d’ora dove, non a caso, il primato rimane nelle salde mani di RADIO CIAO. Come dire, attenzione alla volatilità…

tratto da www.astorri.it