ESCLUSIVA AUDIO – Federico Russo: “Scrivo, twitto e vado in tv, ma il mio mondo è la radio”

di Giacomo Aricò

È appena arrivato da Firenze Federico Russo, ex conduttore di Mtv e oggi protagonista su Radio Deejay e Sky. Sono le 20 di ieri sera, il luogo è antico e suggestivo, il Castello Sforzesco di Vigevano, l’atmosfera è sudata e pienamente estiva. Migliaia di ragazzi girano nel prato medievale in attesa del concerto di una band americana fenomenale, gli Incubus. Si tratta della seconda serata di una rassegna, quella dei Dieci Giorni Suonati che Vigevano ha voluto regalare alla gente, alla speranza del domani in tempi particolari. Ma non ci sono solo artisti eccellenti della musica (tra gli altri sono in arrivo nelle prossime date niente meno che James Morrison, Lenny Kravitz, Mika e altri, vedi diecigiornisuonati.it). Ci sono anche i libri, c’è il testo scritto da leggere, quello non da cantare ma da immaginare. Ed ecco dunque Federico Russo che presenta il suo libro edito da Einaudi, Ci si Mette una Vita, romanzo semi autobiografico sulla forza dell’amicizia e sull’amore. Un lavoro accolto da pubblico e critica con unanime plauso e vincitore dell’edizione 2012 del premio “Kihlgren Opera Prima”. Lo presenta su un palchetto posto nel centro del castello, con le spalle opposte al palco dove si concludono gli ultimi preparativi per l’esibizione dei Fin, band inglese che ha aperto il concerto alle 21. Dopo essersi preso gli applausi dei numerosi presenti lo incontro quando mancano una ventina di minuti al primo suono di chitarra. E proprio in quest’attesa abbiamo avuto il piacere di parlare con Federico. Nel suo sorriso la soddisfazione per il suo libro e per quello che verrà. Negli occhi l’emozione per il cucchiaio di Pirlo che ci ha portato alla semifinale contro la Germania. E visto che il suo romanzo parte proprio dalla semifinale di Dortmund del Mondiale 2006 contro i tedeschi, il collegamento si fa suggestivo. In attesa della prossima sfida, con tutto il rock pronto a suonare dentro ognuno di noi.