ASSOCOMUNICAZIONE CONDANNA L’ATTEGGIAMENTO DELLA NEONATA AGENZIA CRAP

66

Quanto dichiarato ieri dalla neonata agenzia CRAP rappresenta tutto ciò che AssoComunicazione combatte da tempo in quanto comporta un totale svilimento del valore della comunicazione ridotta a pura commodity e dove l’unica variabile è il prezzo.
Il tutto a completo discapito di qualsiasi ricerca di qualità nonché dignità del lavoro.
Un agenzia come CRAP non potrà mai far parte di AssoComunicazione, un’associazione che vuole rappresentare solo agenzie che credono nella qualità e nel fatto che una comunicazione efficace è determinante per il successo dei propri clienti.
Ed è per raggiungere questi obiettivi che le agenzie di AssoComunicazione investono nelle proprie strutture, nel proprio personale – che deve essere professionale e motivato, e pertanto non saltuario o, peggio ancora, precario – e nella costante ricerca di nuove ed efficaci forme di comunicazione.
Inoltre AssoComunicazione crede che qualsiasi mercato per funzionare bene deve avere delle regole condivise e rispettate da tutti.
Si tratta di un percorso senz’altro impegnativo ma teso a dare un esempio di qualità e di etica in un Paese dove ormai troppo spesso questi valori vengono sacrificati ad interessi particolaristici e di breve durata.
Eppure sappiamo bene che laddove ci sono qualità ed etica c’è anche crescita economica e siamo convinti che la parte migliore delle aziende italiane sia in grado di riconoscere e valorizzare questi valori.

ARRIVA IN ITALIA LA PRIMA AGENZIA PUBBLICITARIA LOW COST