Se c’è AIA, c’è gioia

Saatchi & Saatchi firma la nuova campagna di comunicazione per AIA e lo fa con tre spot che raccontano la gioia autentica della convivialità.
I tre soggetti, parte del nuovo format di campagna che ha portato Saatchi & Saatchi a vincere la gara lo scorso dicembre, sono stati realizzati per i tre prodotti di punta dell’azienda di San Martino Buon Albergo, vale a dire Bon Roll, Wudy e la linea di affettati a basso contenuto di grassi Aequilibrium.

Il loro punto di partenza è una semplicissima domanda: se c’è Aia, c’è gioia, ma prima cosa c’è? La gioia è un sentimento semplice e spontaneo che ha origine nelle piccole cose, nelle circostanze quotidiane e familiari che tutti noi viviamo e da cui possono scaturire momenti di felicità puri e irripetibili, e non solo a tavola.

E così, basta una bambolina di pezza per far gioire un gruppetto di bimbe, basta una folata di vento per dipingere la spensieratezza nei volti di un’allegra compagnia di amici in barca a vela e basta una noiosa giornata di pioggia per divertirsi ancora di più sul campo da rugby. Da questi momenti in poi, in modo inaspettato, si innesca un meccanismo, una sorta di effetto domino, e ci si ritrova tutti insieme a condividere a tavola una convivialità unica e speciale, semplice e spontanea, la filosofia della gioia di Aia.
La campagna, girata lo scorso marzo a Palma di Mallorca, è stata ideata con la direzione creativa di Agostino Toscana e Alessandro Orlandidall’art director Paolo Montanari e dal copywriter Paola Rolli. La regia è di Bosi + Sironi e la casa di produzione Akita Film. Colonna sonora: “Stay the night” di James Blunt.

Gli spot saranno pianificati nelle prossime settimane sulle principali emittenti nazionali e satellitari in diversi formati (dai 40 ai 5 secondi).