La campagna “Di Sla si può vivere” vince l’XI Spot School Award

La campagna Di sla si può vivere si è aggiudicata il Gran Prix SIPRA-Comune di Salerno dell’XI Spot School AwardMediterranean Creativity Festival. “Per la precisione, la delicatezza, la forza con cui viene raccontata una storia di malattia che ha comunque un’apertura verso la speranza e gli affetti.” questa in sintesi la motivazione espressa da Annamaria Testa presidente della giuria del Premio che ha individuato in questa campagna il lavoro più meritevole in assoluto in coerenza al brief sociale indicato da AISLA Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. I cinque studenti ideatori del messaggio vincente sono Riccardo Corda, Jacob Salmona Arcari, Antonio Dei Svaldi, Nicola Giordani e Alessandro Fontana, tutti di Fondazione Accademia di Comunicazione di Milano. Per i primi due, art e copy, si aprono le porte dei prossimi LIONS di Cannes grazie ai pass offerti da Sipra. Terzo pass per Cannes a Giovanna Salzillo, studentessa alla NAD School di Napoli che ha vinto l’oro insieme con Silvia Marfuggi nella sezione film grazie al video prodotto per Caritas Italiana sul micro-credito destinato alle famiglie.

E’ stata una giornata avvincente e molto interessante per la qualità dei lavori in gara – ha sottolineato Vincenzo Soverino, consigliere nazionale di AISLA che ha consegnato il trofeo ai vincitori insieme con l’assessore del Comune di Salerno Franco Picarone e la sensibilità dimostrata dai giovani partecipanti ha permesso loro di centrare il messaggio trasmesso negli incontri avuti in giro per scuole e università italiane. Un contributo certamente utile ad incrementare la conoscenza di una malattia che dà sofferenza agli ammalati e alle loro famiglie”.

Il premio Copy School Award, in collaborazione con l’Art Directors Club Italiano, a Giuseppe Migliaccio di ILAS, Integrated Media Award al trio Nicolò Volanti, Sara Marletta, Tiziana Musmeci di Accademia di Belle Arti di Catania. Il Golden School Trophy, premio per la migliore scuola, all’ILAS di Napoli. Tanti gli studenti che hanno assistito agli interventi di Pasquale Barbella “La pubblicità che vorrei” e di Aldo Biasi “Le parole di Aldo” sulle nuove forme di comunicazione e “immaginazione” necessaria oggi nella comunicazione pubblicitaria. Interventi che hanno preceduto la cerimonia di premiazione condotta da Nunzia Schiavone e tenutasi al Palazzo di Città a Salerno. Presenti in sala il senatore Alfonso Andria, i big della pubblicità Aldo Biasi, Pasquale Barbella, Isabella Bernardi, Till Neuburg e i rappresentanti di associazioni ed esperti del settore: Giancarlo Panico, vicepresidente Ferpi, Vanessa Cardinale resp. ufficio manifestazioni e attività di comunicazione Sipra, Marco Magheri delegato Lazio di Comunicazione Pubblica, Serena Carpentieri, ufficio nazionale Comunicazione di Legambiente, Alfonso Amendola docente Sociologia Audiovisivi Sperimentali all’Università di Salerno.