Cinetel: aprile 2012 arresta il calo del mercato cinema

Dopo tre mesi di risultati negativi, il mese di aprile nel campione Cinetel (che rileva il 90% del mercato cinema) fa registrare un risultato eccezionale: 9 milioni 85 mila biglietti venduti, +44% rispetto ad aprile 2011 e un incasso di 63 milioni 885 mila euro,+61% rispetto all’aprile dello scorso anno. Il maggior incremento degli incassi è da attribuire prevalentemente alla maggiorazione di prezzo dei numerosi film in 3D proiettati quest’anno. Una eccezionalità appena attenuata dal fatto che si tratta del migliore risultato nel mese di aprile degli ultimi 10 anni che si confronta con il mese (aprile dello scorso anno) che era stato il peggiore degli ultimi 10 anni.

Principali artefici sono stati The Avengers, Walt Disney (9 milioni 590 mila euro in soli 5 giorni), la riedizione in 3D di Titanic, Fox, (7 milioni 838 mila euro), il Woody Allen di To Rome With Love (6 milioni 6 mila euro). Il primo in classifica dello scorso anno in aprile era stato Rio, Fox, con 5 milioni 337 mila euro). L’apporto complessivo dei film Usa è stato – in termini di biglietti venduti –  del 64% (60% nell’aprile 2011), quello dei film italiani (comprese le coproduzioni) è calato al 16% (lo scorso anno 37%) a beneficio della quota di mercato della Francia (da 0,33% a 9,78% grazie soprattutto a Quasi amici) e della Gran Bretagna (da 1,83% a 6,41%). Questa la classifica dei migliori del mese di aprile 2012, dalla quale si può notare che i primi 10 film hanno un andamento migliore di quello dell’intero mercato, a testimonianza della capacità di richiamo dei film usciti nel mese:

 

Nei primi quattro mesi del 2012 si sono venduti complessivamente 37 milioni 379 mila biglietti, -12,14% rispetto al periodo gennaio aprile del 2011 (era -22% a fine marzo), si sono incassati 247 milioni 999 mila euro, -8,25% rispetto ai quattro mesi dello scorso anno (era -20,30 per cento a fine marzo).

La quota di mercato dei film italiani – per biglietti venduti – che a fine marzo era pari al 41,71% (comprese le coproduzioni) scende al 35,93%, ed è piuttosto lontana dall’eccezionale risultato del quadrimestre 2011 (54,92%), mentre i film Usa, che a fine marzo avevano acquisito il 33,81% dei biglietti venduti, passano al 41,22%, migliorando rispetto ai primi quattro mesi del 2011, quando erano al 35,99%. Buoni anche sul quadrimestre i risultati dei film britannici (10,50% contro il 5,46% dei quattro mesi dello scorso anno) e francesi (9,30% contro 0,79% di gennaio-aprile 2011). Nel quadrimestre il prezzo medio è stato 6,63 euro contro 6,35 euro del quadrimestre 2011.