Borsa e Finanza

Italians do it better: Monti, Marchionne e Draghi in lizza per il titolo di personalità più influente al mondo secondo Time

Ci sono tre italiani tra i candidati per il titolo di “most influential people in the world” attribuito dal magazine statunitense Time alle personalità più influenti al mondo. Sono Mario Monti, Mario Draghi e Sergio Marchionne. Il magazine permetterà di votare sul suo sito fino al 6 aprile e rivelerà la lista definitiva delle prime 100 personalità il prossimo 17 aprile. L’elenco dei candidati contiene leader, artisti, innovatori ed icone della società che secondo Time hanno un’influenza decisiva sul mondo.

Irpef: 14 milioni di italiani guadagnano meno di 10.000 euro. Gli imprenditori dichiarano meno dei lavoratori dipendenti

Il reddito medio degli italiani è pari a 19.250 euro. E’ quanto emerge dai dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze sulle dichiarazioni dei redditi 2011 (per l’anno di imposta 2010). Il valore medio ha registrato un aumento dell’1,2% rispetto all’anno precedente. Dalla nota diffusa dal Dipartimento si apprende che un terzo dei contribuenti (circa 14 milioni) non supera un reddito complessivo lordo di 10.000 euro e circa la metà (49 per cento, pari a 20,2 milioni) non supera i 15.000 euro. Il 30 per cento dei contribuenti dichiara redditi compresi tra i 15.000 ed i 26.000 euro, il 20 per cento dichiara redditi compresi tra i 26.000 ed i 100.000 euro. Dall’analisi per tipologia di reddito, emerge che i lavoratori autonomi hanno il reddito medio più elevato, pari a 41.320 euro3, mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori è pari a 18.170 euro4. Il reddito medio dichiarato dai lavoratori dipendenti è pari a 19.810, quello dei pensionati pari a 14.980 euro e, infine, il reddito medio da partecipazione è stato pari a 16.500 euro.

Enel: accordo con Confagricoltura su rinnovabili ed efficienza energetica

Confagricoltura ed Enel hanno siglato un accordo quadro per lo sviluppo congiunto delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. Insieme svilupperanno sinergie sul tema delle energie rinnovabili più idonee al comparto agricolo. “Enel offrirà alle aziende il supporto tecnico e commerciale, favorendo la scelta corretta degli impianti da fonti rinnovabili in base alle specifiche caratteristiche territoriali – si legge in una nota – Verranno quindi valutate le opportunità legate al fotovoltaico, al minieolico, al biogas, alle biomasse, con un supporto per le attività di connessione alla rete degli impianti”. Entro due mesi dall’accordo quadro, verrà costituito un “tavolo per l’energia” che lavorerà ai protocolli operativi, analizzerà le situazioni specifiche e individuerà eventuali misure amministrative di supporto per facilitarne l’attuazione.