EduCare BNL: partnership con Feltrinelli e Wired e campagna di Tbwa/Italia

BNL Gruppo BNP Paribas anche quest’anno vuole far crescere EduCare, che ha portato in tutta Italia seminari gratuiti di educazione ed in-formazione finanziaria. Continua l’impegno per la diffusione della cultura e della consapevolezza sui temi del risparmio, degli investimenti, ma anche sulle nuove tecnologie e su quanto possa essere utile conoscere per confrontarsi con un mondo in continua trasformazione.  Librerie Feltrinelli e Wired sono, infatti, i nuovi partner della Banca, accomunati dalla vicinanza alle persone  e alla loro vita quotidiana, come dalla sensibilità verso la “conoscenza”, quale strumento fondamentale per la gestione delle esigenze quotidiane e per realizzare i propri progetti di crescita. L’iniziativa è stata presentata oggi a Roma, nella sede della Direzione Generale di BNL, nel corso di un incontro-evento al quale hanno partecipato l’Amministratore Delegato di BNL, Fabio Gallia, il Presidente di Librerie Feltrinelli, Carlo Feltrinelli e Carlo Antonelli, Direttore di Wired Italia.

Il linguaggio della campagna EduCare BNL su Wired, ideata e sviluppata da Tbwa\Italia – sede di Roma, è stato affidato ad un format che affianca, ogni mese, una illustrazione creativa e interpretativa dei valori del brand alla voce di un reale protagonista dell’intera iniziativa che ne diventa testimonial. Cambiamento, crescita, futuro, condivisione sono i concetti espressi attraverso una immagine simbolica trattata secondo un linguaggio innovativo che si sposa con il tono stilistico del mensile Wired. L’agenzia ha sviluppato anche la campagna punto vendita, in cui la comunicazione relativa all’iniziativa viene affidata a chi ha davvero partecipato ai corsi EduCare, e il portale EduCare.bnl.it Il sito web aggiorna costantemente il calendario e fornisce video tutorial diversificati per ogni target, per proseguire nell’educazione finanziaria anche da casa. Il blog rilancia le informazioni e gli argomenti per avvicinare i puristi dell’informazione online. Spazio poi ai social network Facebook e Twitter.