Nasce Il primo dizionario creativo nato dall’evoluzione del linguaggio su iPad

131

Due anni fa Steve Jobs presentava a San Francisco l’anello mancante tra notebook e cellulare.
“La migliore web experience che abbiate mai avuto” la definì il guru della tecnologia prematuramente scomparso, dando un saggio delle capacità dell’iPad davanti all’entusiasta platea dello Yerba Buena Center.
“La cosa migliore che abbia mai fatto” disse il creatore della Apple.

Oggi mentre migliaia di testate cartacee scelgono di riorganizzare i contenuti, migliaia di professionisti dei media riscrivono le regole della comunicazione per i touch screen, milioni di persone sfogliano iPad e tablet, nasce un art magazine nato tra i banchi di scuola dello IED che usa le funzioni e le potenzialità delle nuove App con il massimo della sperimentazione creativa.

Si chiama ADAM, come il primo uomo di una nuova era della comunicazione ed un magazine per iPad, scaricabile gratuitamente dal 27 febbraio 2012 su Apple Store.

ADAM nasce da un’idea di Luigi Vernieri, direttore IED Visual Communication Roma, è realizzato da FEFÈ Project con la collaborazione dell’Istituto Europeo di Design di Roma e sviluppato per iPad da VISUAL Creative Studio di Alessandro Risuleo.

I contenuti del numero zero sono stati temi di ricerca da parte degli studenti della scuola di Visual Communication dello IED di Roma: i corsi triennali di Video e Sound Design hanno portato i contributi più interessanti che fanno ora parte dei contenuti definitivi di questo Aleph Issue.

È il primo dizionario creativo dell’editoria digitale, dove parole e grafica, illustrazione, video, animazione, sound design, musica, orientamento della lettura, interattività, game, web e social network concorrono a creare un nuovo linguaggio.

Come il primo uomo alle prese con un mondo tutto nuovo, ADAM cerca nuove parole.

Nuovi modi per riscrivere le definizioni, per trasmettere i contenuti con la libertà, la leggerezza, l’originalità, il fascino e la profondità di un alfabeto creativo.

Come Alphabet, Digital Art Magazine, ADAM un brainstorming culturale: figlio di milioni di anni di immagini e segni usati dall’uomo per comunicare, un prodotto del mondo di wikipedia, un indice della cultura popolare al tempo di internet, una piattaforma della conoscenza condivisa che continuamente si arricchisce nella partecipazione.