Borsa e Finanza

Grecia, Junker: raggiunte le condizioni per secondo piano di bailout

Esprime soddisfazione per i passi compiuti finora dalla Grecia per accedere al prossimo pacchetto di aiuti, e la invita a fare ancora di più. E’ il presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Junker, che, al termine della teleconferenza dei rappresentanti dei Paesi europei, ha rilasciato uno statement nel quale afferma che “le condizioni per l’approvazione del secondo programma di salvataggio sono state raggiunte”. L’Eurogruppo, aggiunge, si aspetta un significativo contributo a tale programma da parte del Fondo Monetario Internazionale. La massiccia adesione del settore privato al programma di swap, afferma inoltre Junker, rappresenterà un grosso aiuto al miglioramento della sostenibilità del debito greco. Tale adesione probabilmente aumenterà oltre la soglia già raggiunta, dato che il termine per aderire all’offerta è stato prorogato al 23 marzo per dare tempo ai detentori di titoli di Stato greci governati da leggi straniere di aderire.

Spread Btp-Bund a 295 punti base, rendimento al 4,75%

Il differenziale di rendimento tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco prosegue sotto quota 300 punti base, precisamente a 295 punti base, dopo essere sceso anche sotto i 290 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano è pari al 4,75%.

Carnival rivede al ribasso l’outlook 2012 dopo tragedie Costa Crociere

Perdita da 139 milioni nel primo trimestre 2012. E’ il risultato riportato dalla Carnival Corp, proprietaria della Costa Crociere, colpita da due incidenti negli ultimi mesi tra cui quello tristemente famoso dell’Isola del Giglio. Secondo quanto riportato nella conference call dedicata ai risultati finanziari, l’anno scorso il risultato era stato un profitto di 152 milioni di dollari. Il fatturato è salito nel primo trimestre a 3,6 miliardi di dollari dai 3,4 dello stesso periodo dello scorso anno. L’outlook per gli utili del 2012, rivisto alla luce delle disgrazie abbattutesi sulle navi della flotta, sono ora al di sotto delle attese degli analisti: 1,40-1,70 dollari per azione contro gli attesi 1,85.

Enel ancora in rosso, arrivano i downgrade. Per analisti taglio cedola toglie supporto al titolo

Enel resta sotto pressione in Borsa all’indomani della presentazione del piano industriale 2012-2016 e del taglio della politica di dividendi. Nomura ha portato il suo giudizio sul gruppo guidato da Fulvio Conti a reduce da neutral, BofA Merrill Lynch a underperform da neutral, Equita a hold da buy. Ubs ha confermato la raccomandazione sell su Enel focalizzandosi sul taglio della cedola.