Arriva terra, il mensile ecologista

Dopo la lunga sospensione il giornale ecologista Terra torna in edicola in tutta Italia, e si fa mensile; da venerdì 9 marzo, nelle principali edicole in Italia, con 68 pagine, carta ecologica, al prezzo di 4 euro.

Nel primo numero intervista a Gunter Pauli, il guru della Blue economy; inchiesta sulla Costa Concordia e il business infernale delle crociere, a colloquio con Mario Tozzi; il ruolo del nucleare nelle elezioni presidenziali in Francia, l’analisi di Daniel Cohn Bendit; reportage dal Tibet che “si scioglie”; guerra e interessi economici: il caso dell’acqua minerale in Afghanistan; e poi: diritti animali, rimedi naturali per i mali di stagione e tanto altro ancora.

«Le condizioni economiche non ci consentono di reggere la cadenza quotidiana quest’anno. Quindi intanto ripartiamo da un mensile ecologista di approfondimento e ricerca. Uno strumento di analisi che, staccandosi dalla cronaca stretta, rilanci la riflessione sui nuovi modelli di sviluppo e sul tema della sostenibilità. Tanto più necessario in questo tempo in cui imperversano cadaveri concettuali come il pareggio di bilancio e le liberalizzazioni. Più avanti, risorse permettendo, rilanceremo il sito www.terranews.it per seguire più da vicino l’informazione quotidiana» ha dichiarato il direttore Luca Bonaccorsi che dopo il primo numero, quello di marzo, cederà la conduzione del periodico ad Emanuele Giordana, voce storica di Radio Tre, giornalista di lungo corso e afganista d’eccezione. Le relazioni esterne, il marketing e la pubblicità sono affidati ad Alina Pinelli.