Motori di ricerca: sempre più italiani cercano dal proprio smartphone

Come si sta evolvendo il modo di cercare degli italiani grazie agli smartphone? E che  impatto hanno questi nuovi comportamenti nel loro processo di decisione e di acquisto? E’ quanto ha voluto scoprire Sems, la search marketing agency del gruppo Fullsix, commissionando la survey “Gli Italiani e la Mobile Search”.

Tra i punti salienti emersi da questa ricerca:

• Tra gli italiani che utilizzano i motori di ricerca, il 37% possiede uno smartphone; il 37% di quanti non lo possiedono attualmente è comunque intenzionato a dotarsene entro massimo 12 mesi

• Il 33% di chi ha uno smartphone ha già acquistato in più occasioni un prodotto o servizio direttamente dal proprio device dopo una ricerca nei motori

• Per quanto riguarda i luoghi in cui più frequentemente si è usato lo smartphone per cercare nei motori, i principali 5 sono:

–      A casa (55%)

–      Per strada (50%)

–      Al lavoro (25%)

–      In sala d’attesa (22%)

–      In aeroporto/stazione (20%)

• Notevole anche l’impatto delle ricerche da smartphone per l’infocommerce: ad esempio l’8% degli utenti ha dichiarato di cercare nei motori da smartphone quando è in un negozio, per avere maggiori dettagli sul prodotto (60%), leggerne commenti e recensioni (52%), trovare opportunità di risparmio (32%)

• Gli italiani cercano usando lo smartphone anche per poter approfondire subito e nel luogo in cui si trovano quanto

–      Detto/consigliato loro (28%)

–      Letto nei social network (26%)

–      Letto su un giornale o rivista (26%)

–      Visto in televisione (24%)

–      Visto per strada (22%)

–      Sentito alla radio (21%)

• Detto che il 42% degli utenti cerca da smartphone le stesse cose che cercherebbe da un computer fisso, più in generale, si cerca da device mobili soprattutto per

–      Avere maggiori informazioni su notizie di interesse (45%)

–      Avere informazioni utili relative al luogo in cui ci si trova o verso dove si deve andare (38%)

–      Approfondire qualcosa che ha attirato l’attenzione (34%)

–      Trovare contenuti di intrattenimento (26%)

–      Trovare informazioni utili per il lavoro (21%)

–      Trovare informazioni utili su un prodotto/servizio che si vuole acquistare (21%)

–      Trovare informazioni su persone che si devono incontrare o appena conosciute (13%)