Molteni&C lancia la sua nuova campagna adv

Molteni&C ha deciso di guardarsi con l’occhio dello “straniero” e di affidarsi a una squadra giovane e internazionale, anzi, inglese, per progettare l’identità della sua campagna. Il risultato è una serie di scatti che valorizzano l’identità del marchio attraverso i prodotti ma anche le atmosfere e le ambientazioni scelte, un “club” dei primi del ‘900, il Circolo Filologico di Milano, dove ancora ti accolgono il Presidente e il vice-presidente e il segretario con l’orgoglio di chi appartiene a un mondo che sembra scomparso e ancora, misteriosamente, vive, nelle strade del centro, tra la Scala e Mediobanca. E loro, che studiano lingue antiche come il sanscrito, non si stupiscono di esseri invasi dai “barbari” del design: divani, cucine, librerie, “props”, bizzarri inglesi dal capello biondo, una giapponese con cane al seguito e squadre di montatori in divisa. Eleganti e discreti come i volumi della libreria anni ’30. Un’invasione orchestrata con grazia apollinea dall’art director, Kuchar Swara, messa in bella forma da Faye Toogood, stylist d’autore con la vocazione per lo spazio e il dettaglio, fermata nelle istantanee del norvegese Marius W. Hansen. E loro, al centro, i musicisti docili e fieri, gli arredi Molteni&C e la cucina Trim di Dada, modellati dalle mani sapienti dei “barbari”, protagonisti di nuovi racconti che dal Circolo milanese arriveranno chissà dove, con la forza di un progetto che si è fatto immagine.
Così Molteni&C inaugura la nuova campagna pubblicitaria 2012 con i “ritratti” del sistema 505, del divano e della poltrona Portfolio, della cucina Trim di Dada, ambientati con elementi scenografici e sculture fuori scala nella sala Liberty e nella biblioteca della più antica associazione culturale di Milano, il Circolo Filologico, che dal 1872 promuove la cultura e lo studio delle lingue e delle civiltà.

Credits
Art director: Kuchar Swara
Stylist: Faye Toogood
Photographer: Marius W. Hansen
Project manager: Calum Richardson (DKW&R).