STAR ALLIANCE: AL VIA LA CAMPAGNA “BIOSPHERE CONNECTIONS”

La campagna, che terminerà nel mese di giugno, sarà veicolata su carta stampata, televisione, web,  social media e sui canali di comunicazione dei vettori membri.

“Il tema centrale di questa campagna è evidenziare il nostro brand value: collegare organizzazioni e persone in tutto il mondo. Dal punto di vista creativo, continuiamo a utilizzare quali testimonial i nostri clienti, che già in passato sono stati protagonisti delle nostre campagne”, ha dichiarato Mark Davies, Director Loyalty and Marketing di Star Alliance. “Siamo quindi estremamente grati ai nostri partner di Biosphere Connections e in maniera particolare a Irina Bokova, Direttore Generale UNESCO (United Nations Educational and Scientific Organisazion) per il ruolo di catalizzatore del messaggio del nostro brand globale svolto nell’ambito di questa campagna.

La campagna, prodotta in collaborazione con National Geographic, dà risalto a cinque progetti internazionali che hanno tratto benefici da questo supporto: l’Arcipelago brasiliano di  Abrolhos; la Laguna di Chilika, in India; la foresta tropicale degli Usambara Orientali, in Tanzania; la basilica di Santa Sofia, a Istanbul, e la reintroduzione del lupo grigio nel Parco Nazionale di Yellowstone, negli Stati Uniti.

Tre di questi progetti costituiscono il tema principale della campagna pubblicitaria classica presente sulle più importanti testate economiche e di attualità. Fra quelle selezionate vi sono The Economist, il Financial Times, Monocle, il New York Times, TIME Magazine e il Wall Street Journal.  La rivista National Geographic integrerà inoltre la campagna con propri publiredazionali.

A sostegno della campagna su carta stampata, National Geographic ha anche prodotto una serie di mini-documentari sui cinque progetti ai quali si può accedere da questo link: http://www.staralliance.com/en/about/intiatives/environment/. Il canale televisivo del National Geographic trasmetterà inoltre una versione abbreviata dei filmati che rimandano al progetto Biosphere Connections sul sito di Star Alliance.

“National Geographic è per noi il partner ideale, ci consente infatti di iniziare a raccontare la nostra storia di collaborazione, usando Biosphere Connections come uno dei primi esempi globali di iniziative intraprese dalla nostra Alleanza”, ha commentato Mark Davies. “National Geographic ha ottime credenziali e gode di notevole credibilità per quanto riguarda la tutela dell’ambiente. Sono state realizzate delle splendide riprese di questi progetti con risultati che sono andati ben al di là della nostra immaginazione”.
Capitalizzando al massimo sui social media, Star Alliance non si limita a condividere i contenuti sui canali più visitati, ma chiede anche il parere degli utenti sui diversi progetti. È infatti possibile darne una valutazione sul sito www.staralliance.com, sulle nuove pagine Facebook (www.facebook.com/staralliance) e YouTube (http://www.youtube.com/user/staralliancenetwork) dell’Alleanza e sul sito di National Geographic.

I 27 vettori membri di Star Alliance pubblicizzeranno inoltre la nuova campagna sui propri canali di comunicazione, quali i sistemi di intrattenimento a bordo, le riviste di bordo, le comunicazioni per i frequent flyer, nonché i loro siti web e i social media.

La campagna è stata creata in collaborazione con due agenzie alle quali Star Alliance si è affidata –   DDB e MEC –  che sono riuscite a veicolare contenuti coinvolgenti e creativi attraverso un’intensa campagna multimediale che comprende TV, web e carta stampata.

“Star Alliance insieme al proprio network ha una forte esperienza nella collaborazione globale e nella promozione delle connessioni fra organizzazioni diverse”. I filmati e i materiali creativi che abbiamo contribuito a creare sono qui a dimostrare che quando si facilita la collaborazione su scala mondiale possono succedere cose meravigliose”, ha dichiarato Guy Bradbury, Creative Director presso DDB.

“Questo progetto, nato da un’emozionante campagna pubblicitaria di Star Alliance, costituisce un abbinamento perfetto per National Geographic TV e il suo pubblico. Più che eguagliare la qualità degli altri contenuti, questa produzione li valorizza, mettendo in luce queste  straordinarie storie internazionali” ha dichiarato Chantal Rickards, Head of Branded Content presso l’agenzia media MEC.