“Internet? Molto più di un super media”: la lezione di Casaleggio incanta le banche

Il guru del MoVimento 5 Stelle è stato la star del workshop Ambrosetti di Cernobbio

twitter@SpotandWeb

La vera star del workshop Ambrosetti di Cernobbio, assicura l’Ansa, quest’anno e’ stato Gianroberto Casaleggio, il guru del Movimento 5 stelle sbarcato questa mattina a Villa d’Este, accompagnato dal figlio Davide, per ”esporre le idee del movimento e per spiegare le evoluzioni delle Reti e della politica”.

casaleggioE come una star si e’ comportato, cercando di evitare l’assalto dei giornalisti. Inizialmente sembrava anche saltata la possibilita’ (sinora sempre concessa anche quando sul palco c’erano Arafat o l’allora vicepresidente Dick Cheney), per cameramen e fotografi di fare qualche immagine a inizio dell’incontro a porte chiuse. Dopo le proteste, pero’, sono entrati e hanno immortalato Casaleggio sul palco e il presidente del Consiglio, Enrico Letta, seduto fra il pubblico, come Mario Monti, ad ascoltare insieme agli altri partecipanti.

Le critiche sono piovute anche in Rete tanto che il responsabile comunicazione dei 5 stelle al Senato, Claudio Messora, ha scritto su twitter che l’intervento di Casaleggio dovrebbe essere pubblicato martedi’ sul sito di Beppe Grillo.

Chi si immaginava un discorso di fuoco e’ rimasto deluso anche se l’ideologo dei 5 stelle ha parlato di una ”rivolta culturale”. Quella di internet (ormai piu’ usato che la tv negli States) grazie a cui cambiano i media che ”sono l’anima principale del consenso e del potere”.

”Mostratemi un politico moderno che non capisce internet – ha detto – e vi mostrero’ un perdente”. Gli otto milioni di voti incassati dai grillini alle scorse politiche lo testimoniano.

”Un terremoto”, li ha definiti poi Enrico Letta nel suo intervento, terremoto davanti a cui non si puo’ far finta di nulla. ”Forse – ha aggiunto rivolgendosi alla platea di manager e finanzieri – anche molti di voi li hanno votati”.

D’altronde, secondo Casaleggio, internet ”non e’ solo un supermedia, e’ un processo che cambia la realta’ e la societa’. In questo caso la politica, ma si potrebbe fare lo stesso convegno sull’economia”. E in politica le organizzazioni stanno cambiando, ”da piramidali, gerarchiche, a stelle, con molteplici interconnessioni”.

La democrazia e’ e dev’essere sempre piu’ partecipata come, secondo Casaleggio, succede da due secoli in America dove si puo’ sfiduciare un politico eletto. In Italia invece a suo dire la politica e’ disgiunta dal voto popolare. Una critica anche al Porcellum, la legge elettorale attuale che secondo Beppe Grillo e’ necessario usare ancora una volta per tornare immediatamente al voto e poi, se si vince, cambiare.

”Uno dei tanti discorsi di oggi a Cernobbio, neanche il migliore” ha commentato il capogruppo del Pdl alla Camera Renato Brunetta, mentre l’ex premier Mario Monti l’ha definito ”interessante”.

A sorpresa, sono state le banche ad apprezzare di più il guru del Movimento: ”Mi e’ piaciuto. Fa riflettere”, ha detto l’ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, mentre l’ad di Intesa Sanpaolo Tommaso Enrico Cucchiani addirittura l’ha definito ”educativo per gli altri politici in sala”. Ma non solo. ”Gli invidio molto i suoi capelli” ha concluso Cucchiani che non puo’ sfoggiare una chioma simile.