InMobi presenta i dati del mercato mobile in Italia: le impression da smartphone crescono nel 2011 del 682%

159

InMobi, mobile ad network indipendente, annuncia oggi i dati dell’ultimo trimestre del 2011 relativi al mercato mobile in Italia. Le cifre sono impressionanti e il trend di crescita per quadrimestre e anno su anno, in particolare da smartphone, continua a essere sostenuto e non accenna a diminuire.

Mobile advertising in ascesa
Il mobile advertising è uno dei fenomeni che hanno riscontrato, durante tutto il 2011, un’ascesa senza precedenti. In Italia gli smartphone crescono del 682%. Un dato che dimostra che la pubblicità su mobile è in netto sviluppo, ma soprattutto sta aprendo le porte sempre a nuovi mercati, anche in ambito creativo. Si pensi solo al fenomeno della pubblicità all’interno delle applicazioni che con costi contenuti possono raggiungere target diversi e numerosissimi.

Dispositivi connessi: gli italiani amano la mela
I dati del report relativi al periodo ottobre-dicembre 2011 evidenziano la dipendenza degli italiani dai dispositivi Apple. Nella classifica delle impression, al primo posto si posiziona l’ iPhone4 (13%) seguito, quasi a pari merito, dall’ iPhone 4S (11,1%). Medaglia di bronzo per Blackberry 8520 (7,1%) mentre in quarta posizione riappare la mela con iPad I (4,3%) seguito dal Samsung Galaxy S II (GT-i9100) con il 3,7% delle impression.
Nella top five dei produttori, sempre in termini di quote di impression, in testa Apple (36%), seguita da Samsung (33%), poi Nokia (11%), RIM (7%) e LG (4%) che subiscono un trend decrescente rispetto al trimestre precedente.

La battaglia dei sistemi operativi
Contrariamente alla situazione globale ed europea che vede in testa Android, in Italia è ancora iOS in cima alla classifica dei sistemi operativi con una quota del 35,7% : dato dovuto in particolare all’arrivo di iPhone 4S che ha ribaltato la situazione rispetto al periodo luglio-settembre in cui si posizionava dientro Android. Quest’ultimo mantiene la seconda posizione con una quota del 34,1% mentre in terza posizione si trova Symbian (9,2%) che ha registrato una flessione del 4,7% rispetto al trimestre precedente.