Pubblicità Progresso: Alberto Contri rieletto per acclamazione presidente

Oggi è stato rinnovato il consiglio della Fondazione Pubblicità Progresso, che ha riconfermato per acclamazione presidente Alberto Contri, una tra le figure più autorevoli del mondo della comunicazione, già presidente AssAP, consigliere della Rai, unico italiano che sia mai stato cooptato nel Board dell’Associazione Europea Agenzie di Pubblicità, Grand’Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana. L’acclamazione è stata proclamata dai soci che rappresentano a tutto tondo il mondo dei media e della comunicazione italiana.
I Soci Promotori e Consiglieri sono:
Aapi: Francesco Celentano e Franco Meroni
Adci: Franco Moretti e Massimo Guastini
Assirm: Luigi Ferrari e Nando Pagnoncelli
AssoComunicazione: Rossella Sobrero e Fidelio Perchinelli
Fieg: Ennio Mazzei
Iap: Giorgio Floridia e Vincenzo Guggino
Publitalia ’80: Marco Ainio e Massimo Ciampa
Rai: Francesco Devescovi e Carlo Romeo
Tp: Antonio Margoni e Pasquale Diaferia
Unicom: Donatella Consolandi e Alessandro Ubertis
Upa: Giovanna Maggioni

Revisori dei conti
Titolari:     Renato Pedrazzoli, Roberto Reyneri e Luigi Rinaldi
Supplenti: Maurizio Rompani e Juma Jannelli

Dichiarazione di Alberto Contri
“A partire dal 1999, insieme ai consiglieri che ringrazio vivamente per il loro contributo, abbiamo dato impulso tra mille difficoltà ad un forte rinnovamento dell’associazione, che dopo essere stata trasformata in Fondazione è diventato un Centro permanente di comunicazione sociale che crea e patrocina campagne, organizza seminari, conferenze internazionali, mostre itineranti, e alimenta una mediateca on-line che raccoglie le più interessanti e stimolanti campagne del mondo (ad oggi 2500). Nel celebrare nel 2011 i primi quarant’anni dell’associazione con una serie articolata di iniziative, ci troviamo davanti anche il gravoso compito di fronteggiare le grandi difficoltà del mondo associativo cercando di reperire risorse per poter proseguire in un impegnativo e sempre più necessario lavoro di coesione sociale. Se siamo arrivati a celebrare così degnamente i quarant’anni, dobbiamo ringraziare i soci che rappresentano gli investitori pubblicitari, le agenzie, i creativi, i professionisti, gli istituti di ricerca e di Autodisciplina, i media e le concessionarie, ma anche la Fondazione Cariplo, per il suo costante e sostanziale supporto grazie al quale abbiamo potuto crescere e ampliare i nostri orizzonti. Ci auguriamo che, su questo esempio, enti, società e istituzioni sensibili alla Responsabilità Sociale di Impresa accolgano ora il nostro appello per sviluppare insieme grandi progetti di sussidiarietà sociale.”