Rolling Stone festeggia il suo centesimo numero

Nove anni di pubblicazioni – esattamente 2947 giorni dal primo novembre 2003, giorno di uscita sul mercato del primo numero di Rolling Stone Italia – cento dischi italiani tra i migliori di sempre attraverso cinquant’anni di musica del nostro paese: sono questi gli ingredienti che Rolling Stone ha mixato per celebrare l’appuntamento con il suo centesimo numero, in edicola dal 31 gennaio. Un progetto ambizioso quello di Rolling Stone per questo traguardo tutto speciale: assemblare un listone vorace, onnivoro, insaziabile, dentro al quale fossero rappresentate tutte le derive del pop nostrano dal 1960 ad oggi. La selezione è stata effettuata da una speciale giuria decisamente trasversale composta da 100 tra i protagonisti della letteratura, dell’arte, della musica, della moda: da Niccolò Ammaniti a Carlo Verdone, da Renzo Rosso a Matteo Renzi, da Stefano Boeri a Fabio Novembre, fino a Mario Calabresi, Marco Travaglio, Valentino Rossi e Francesco Bonami, solo per citarne alcuni in campo extramusicale. La classifica elegge al primo posto “Bollicine” di Vasco Rossi, seguito a ruota da “La voce del Padrone” di Franco Battiato”, “Una donna per amico” di Lucio Battisti, “Crêuza de mä” di Fabrizio De André e “Lorenzo 1994” di Jovanotti.
All’interno del mensile, uno speciale inserto è dedicato a tutte le copertine che l’edizione italiana di Rolling Stone ha pubblicato in questi nove anni.