Da gennaio “Il Varesino” aumenta la foliazione

72

Dopo le feste anche il Varesino, mensile d’inchiesta della provincia di Varese, aumenta di una taglia e passa da 24 a 32 pagine nel numero di gennaio in edicola in questi giorni. La scelta editoriale di aumentare la foliazione nasce dall’esigenza di raccontare il territorio in modo ancor più approfondito, non come isola chiusa su se stessa, ma in rapporto dinamico con il quadro nazionale nel quale s’inserisce.

Gli strumenti di indagine su cui “il Varesino” ha puntato fin dal primo numero sono le inchieste condotte sul campo – dopo i casi di Alenia e Whirlpool, si puntano ora i riflettori sulla situazione inquinamento – e le interviste esclusive a esponenti del panorama socio-politico regionale e nazionale – in questo numero l’intervista a Roberto Formigoni – o che hanno fatto parlare l’opinione pubblica – sul numero di gennaio parla per la prima volta il legale del medico coinvolto nel caso Uva.

Ampio spazio dedicato alla cultura con chicche come la pubblicazione di un racconto inedito di  Piero Chiara e i commenti di autorevoli studiosi, fra i quali Federico Roncoroni e Valentina Fortichiari che in questo numero fa un ritratto di Guido Morselli nell’anno del centenario. Le pagine di arte e spettacoli offrono spunti mostre, manifestazioni ed eventi con un’attenzione particolare agli artisti emergenti della provincia. Non solo calcio per la sezione sportiva, ma anche basket, box, golf e tutte le realtà attive sul territorio con un spazio fisso alle iniziative per i diversamente abili.