Parma in collegamento con il mondo

Un’esperienza formativa di studio e pratica all’estero serve, quindi, anche per i professionisti del mondo della comunicazione, per capire a saper interpretare in maniera sempre più realistica le necessità e i meccanismi dei mercati fuori dai confini italiani. Lo sa bene Zenzero Comunicazione, che ha deciso di ‘far studiare’ i propri tecnici Seo all’estero, investendo sulla loro formazione. Ad aprile 2011, infatti, uno specialista del web dell’azienda di comunicazione parmigiana partirà per uno scambio culturale con Londra, in un’agenzia web design e Seo. Viceversa, un esperto del web inglese sarà ospitato da Zenzero Comunicazione, nella sede di Parma. Un vero scambio ‘alla pari’, che ricorda quelli scolastici, ma finalizzato a migliorare le proprie prestazioni lavorative.
Lo scambio con Londra sarà solo la prima tappa di un lungo processo di scambi con l’estero: le prossime destinazioni saranno Germania, Francia, Spagna. I tecnici di Zenzero Comunicazione prenderanno valigia e blocco per gli appunti e … via a studiare fuori confine, capendo i meccanismi che regolano il mercato e il marketing. <Vogliamo andare a studiare all’estero per i nostri clienti – spiega Antonio Borri, manager di Zenzero comunicazione e ideatore dell’iniziativa -. Ormai è indispensabile per le aziende saper conquistare anche i mercati esteri, soprattutto per i motori di ricerca, dove è indispensabile essere presenti ed essere ai primi posti. E noi dobbiamo aiutarli, perché solo conoscendo a fondo il marketing straniero riusciremo a posizionarli ai primi posti dei motori di ricerca di ogni paese, avvalendoci di madrelingua esperti di internet. Solo viaggiando si possono allargare i propri orizzonti. Lo scambio vuole essere anche un’opportunità per i giovani neolaureati, ancora appassionati e curiosi di scoprire il mondo, per unire la professionalità nel settore del web marketing alla conoscenza delle lingue straniere>. Ma l’opportunità viene data ai lavoratori esteri, ospitandoli in Italia e facendo loro scoprire il nostro Paese e i nostri modi di fare. E facendo così conoscere le tecniche operative estere anche a chi resta nel proprio ufficio di Parma.