Toh, che sorpresa… CNR LAB! Spunta il nome da una proposta Astorri … che qui e ora almeno divulghiamo…

di Claudio Astorri

tratto da www.astorri.it

Sia chiaro. Sapevo benissimo che offrire un progetto a “quel gruppo” composto da una concessionaria e da una syndication radiofonica di informazione non avrebbe garantito proprio nulla. Non il buon esito della possibile committenza della consulenza, peraltro minima, ma nemmeno il fatto che pezzi del progetto non avrebbero potuto essere utilizzati, non come sistema progettuale integrato ma come minuscole capsule per un piccolo “mosaichello”. Lo sapevo. Oggi mi sono sintonizzato sulla frequenza FM 92.8 di Milano e ne ho avuto conferma. La scritta sul sistema Radio Data System è “CNR LAB”. Proprio come il nome del progetto fortemente e insistentemente da me proposto dopo che il briefing era stato “… Facci un progetto per RADIO CNR”. Aspettandomi la cosa non mi sono scandalizzato ma ho ovviamente confermato che la percezione etico-professionale raccolta a “suo tempo” era quella giusta. Ovviamente anche il “mosaichello” si è reso presente nella realtà con una poltiglia musicale indistinta, perfino peggiore di un player randomico. Tutto prevedibile. Nella gestione di Bruno Sofia dell’azienda ciò non sarebbe accaduto. Anche questo è chiaro.
L’unica cosa che dispiace è che il concetto del progetto è quello di una “TEMPORARY RADIO”, un’idea nuova che certamente non verrà attuata, se tanto mi dà tanto. O se verrà attuata sarà solo sotto forma di qualche altra capsulina, dunque non verrà attuata. Come riaversi di questo che è il vero dispiacere? Semplice! A questo punto divulghiamo il progetto! Così i lettori che ne hanno tempo mi faranno sapere gentilmente anche cosa ne pensano della “Temporary Radio” e magari qualcun altro, se vuole, si prende tutta l’idea o qualche pezzettino. Ok?!? Via!
— (da carta intestata ASTORRI, forma compattata per comodità)
PROGETTO EDITORIALE – “TEMPORARY RADIO” CNR LAB
Milano Due, 12 settembre 2011.
Spett.le::(omissis)
Att.:(omissis) e (omissis)
Pc: (omissis) e (omissis)
Nel presente documento desidero offrire un seguito ai colloqui telefonici e alla riunione dello scorso giovedì 8 con (omissis), (omissis) (omissis) e (omissis) presso (omissis); sono qui infatti riassunti brevemente i termini del possibile progetto editoriale CNR LAB, una “Temporary Radio” in FM mirata al prelancio di CNR RADIO.
Obiettivo- Risolvere la disponibilità della frequenza a disposizione del gruppo PRS dal 1° ottobre 2011 con un’attività radiofonica transitoria ma efficace fino al momento del lancio definitivo di “CNR RADIO” e che nel frattempo possa aprire e promuovere, senza peraltro pregiudicarlo, il futuro sviluppo di CNR nella informazione alla radio.
Interazione e Naming – L’obiettivo della “Temporary Radio” è quello di coinvolgere gli ascoltatori in percorsi di sensazione e di riflessione sul valore e sulla utilità dell’informazione nella propria vita, in quella di tutti i giorni. Il nome più adatto per l’emittente, la cui vita minima è di 3 mesi ma quella massima è di 6, è consigliato in CNR LAB.
Comunicazione- La radio è il mezzo della verità e della veridicità; dunque è conveniente utilizzare la sincerità, meglio se in un modo spontaneo e creativo. Lo slogan di CNR LAB può ruotare pertanto attorno al seguente concetto che deve essere espresso con tono di esplorazione: “Alla ricerca dell’informazione per una vita migliore”. Un buon copywriter può contribuire al giusto pay-off.
Internet– Un percorso di ricerca sviluppato alla radio, che promuove e provoca su un tema sensibile, deve avere un’interfaccia che consenta a chi desidera partecipare di offrire il proprio contributo con semplicità e completezza allo stesso tempo. La struttura dell’offerta della “Temporary Radio” è stata già pensata per una indispensabile, ma non fornita, interfaccia web.
Entriamo nel merito delle scelte operative…
1) LA PUBBLICITA’
E’ stata prevista la pubblicità in 3 momenti l’ora per un totale di 9 minuti. Ovviamente è possibile incrementare l’affollamento fino al limite di legge ma sarebbe opportuno evitare comunque l’apertura di un quarto cluster. Ciò perché l’ascoltatore “misura” prima il numero delle interruzioni della loro durata, salvo eccessi.
8 minuti sono già collocati pariteticamente prima e dopo i 2 appuntamenti principali ogni ora con i GR di CNR e 1 minuto precede l’appuntamento orario con CNR SPORT.
2) I SERVIZI DI INFORMAZIONE DI CNR
E’ stata prevista l’adozione di 3 appuntamenti “cardine” nel clock di ogni ora:
– GR CNR “Lungo”, all’inizio dell’ora.
– GR CNR “Breve”, poco prima della mezz’ora.
– CNR SPORT, più o meno al minuto 45.
Lo schema pensato vale soprattutto per la fascia 07-20; successivamente, tra le 20 e le 7, possono eventualmente essere impiegate rubriche informative dall’offerta di AGR e CNR.
3) LA MUSICA
La musica della “Temporary Radio” è destinata a un target principale tra i 35 e i 55 anni. Dati gli ambiti competitivi radiofonici nella regione Lombardia (includendo radio nazionali e locali), si è pensato ad un format “ADULT CONTEMPORARY” con musica ’70, ’80 e ’90 di timbro sonoro “pop-soul”.
Si parte dalla “Disco ‘70” (il cui gradimento rilevato recentemente sta salendo fortemente) per arrivare alle ballate anni ’90 di Mariah Carey e Whitney Houston e le canzoni pop migliori di oggi, più in sintonia con il “suono maturo” ma relativamente melodico.
Ad assicurare il giusto “flow” di energia si adotterà in programmazione la scala per le sequenze 1-2-3-4. Il brano 1 è sempre lento, il 2 è sempre medio, il 3 è sempre alto e il 4 è sempre nuovamente medio ma con fattore “hit” più elevato. Nel caso di sequenze di 3 e non di 4 brani si opterà per la rimozione del primo o dell’ultimo brano, garantendo comunque una sequenza efficace.
L’archivio da selezionare includerà un numero di brani probabilmente prossimo a 1500 unità. Un numero maggiore di brani potrebbe significare la diffusione di brani con bassa o dubbia notorietà.
IL CLOCK


 
Oltre agli elementi strutturali già descritti il Clock di “CNR LAB” è stato strutturato per ospitare quegli elementi di produzione che possono fornire “l’esperienza di ascolto di una radio laboratorio” orientata all’informazione.
[Voce uff – ID]
E’ sempre necessario intervenire prima della pubblicità per incrementarne l’attenzione. Qui vi sono liners (solo speaker) della voce ufficiale. Messaggi brevissimi di 15 secondi al massimo che “posizionano” la “Temporary Radio”. 20 soggetti “CNR LAB”, ciascuno con una piccola idea creativa.
PROMO CNR LAB(  1° elemento da “collegare” al sito WEB!)
E’ il momento della “ripresa della cloche” dopo la pubblicità e desideriamo ridare subito l’immagine della ricerca e della nostra radio. La voce ufficiale presenta in sequenza un montaggio di almeno 3 voci scelte dal pubblico (contattato via WEB) rappresentanti idee e/o istanze per una migliore informazione alla radio. E’ consentito anche attaccare altri media ma non altre testate.
E’ possibile che all’inizio, nei primi giorni, siano necessari dei soggetti “fake”, finti. E’ normale, useremo i nostri migliori amici. Poi ci aspettiamo che dal sito WEB ritornino contatti profilati con cui interagire.
E’ fondamentale che i promo chiudano sempre con la dicitura del sito WEB: se possibile www.cnrlab.it. L’ìndirizzo del “Temporary Site” viene comunicato dunque 3 volte all’ora in conclusione dei montaggi, di un elemento concreto. Vogliamo evitare una generica comunicazione di ansietà partecipativa. Dunque l’invito a partecipare è in coda all’esempio di chi l’ha già fatto.
Sono indispensabili 15 soggetti all’inizio e ne vanno aggiunti almeno 10 al mese.
SWEEPER CNR LAB
Identificativi di voce (non quella ufficiale, altre…) con effetti di grande impatto studiati per i passaggi brano su brano. Avendo una sequenza preordinata di energie è possibile studiarli specificamente per il miglior passaggio tra brano e brano. Almeno 20 soggetti per tutto il periodo.
LAB – IDEA TEST
Questa è la parte della provocazione in cui esce l’anima della “Temporary Radio”. Provocazioni, provocazioni e ancora provocazioni. “Cosa è l’indipendenza per voi? E’ un valore? Controllate l’indipendenza dell’informazione che ricevete? La dovete pesare continuamente? E se… la garantiste voi?!?”. E via così toccando i temi dell’utilità, della vita, del benessere, della cronaca, ecc.
Si possono citare frasi famose, addirittura utilizzare audio di giornalisti importanti, a livello nazionale e internazionale. Tutto quello che serve ad attirare attenzione è ben accetto.
E’ fondamentale che ciascun soggetto abbia comunque un tema con una proposta; sul sito WEB si deve trovare l’IDEA TEST con tutti gli audio dei soggetti e con la possibilità di votare, condividere, intervenire, ecc.
Sono indispensabili 15 soggetti all’inizio e ne vanno aggiunti almeno 10 al mese.
 
Beh, era solo una proposta, una ipotesi pre-progettuale… evidentemente piaciuta… :-)))