Il meglio del 2011 nel mondo IT

Secondo lo studio “Top Skills 2011” elaborato da twago, piattaforma online di offerte di lavoro nell’ambito IT, tra le competenze più richieste nel mondo dei freelance e fornitori di servizi vi sono state la programmazione e lo sviluppo web. Gli sviluppatori in PHP, HTML, MySQL, CSS e Javascript occupano le prime cinque posizioni della classifica, e sono state dunque le professionalità più richieste per progetti di lavoro nel 2011.
Anche la domanda di programmatori di applicazioni per social network come Facebook, o per dispositivi mobile – in particolare per iPhone e iPad – è in crescita tra i progetti IT, e così anche lo sviluppo per iOS di Apple: in particolare, il settore della programmazione in Objective-C appare sempre più dinamico.

L’uso di software come Joomla o WordPress per creare blog professionali rimane importante come nel 2010, mentre Joomla rimane stabile WordPress entra nella top ten proprio nel 2011. Questa ascesa si deve all’importanza crescente dei blog, intesi anche come pagine aziendali utilizzate per rimanere in contatto con i propri clienti.
In generale, la situazione lavorativa dei freelance IT nel 2011 appare molto positiva: “La domanda di esperti qualificati nel settore della programmazione è aumentata nel 2011, e ci aspettiamo un’ulteriore incremento per il 2012: la crescita del mercato è davvero impressionante”, dichiara Silvia Foglia, Country Manager per l’Italia in twago.
“Da qualche tempo osserviamo anche un’alta richiesta di sviluppatori per iOS e Android”, continua Foglia. Grazie alla diffusione di internet sui dispositivi mobile, la situazione per gli sviluppatori di App è molto positiva: “A volte capita che chi vuole assegnare un progetto debba aspettare fino a che non vi sia uno sviluppatore di applicazioni disponibile, e in particolare in Europa il tempo di attesa è piuttosto alto. Ma la possibilità di avere accesso a specialisti provenienti da tutto il mondo abbatte notevolmente i tempi di attesa, e per una piattaforma di lavoro internazionale come twago questo trend è sicuramente positivo”, conclude Foglia.