La nuova campagna stampa del Consorzio del Prosciutto di Parma on air dal 18 dicembre

180

“Che il 2012 sia un anno meno crudo”, non è solo il titolo della nuova campagna stampa del Consorzio del Prosciutto di Parma, ma una vera e propria presa di posizione che il marchio emiliano ha deciso di prendere in un momento nel quale il sistema Italia è sotto pressione.

Certo, che il Consorzio del prosciutto di Parma contrasti il concetto di “crudo” non è una novità; da anni, infatti, la tag-line di ogni comunicazione è “Non è crudo, è di Parma”, a voler significare che il Prosciutto di Parma non è semplice prosciutto crudo ma qualcos’altro. Un’eccellenza prodotta con solo carni Italiane, che segue tradizione e rigidi disciplinari, e che viene stagionata esclusivamente in una zona tipica, dove spira “Il Marino”. Ma stavolta il concetto del “non essere crudo” assume un significato più importante, e diventa un augurio all’intero Paese e a tutti gli Italiani per la ripresa.

Campagna firmata da Ogilvy & Mather Adv. Sotto la Direzione Creativa Esecutiva di Giuseppe Mastromatteo e Alessandro Sabini, hanno lavorato i Client Creative Director Marco Geranzani e Giordano Curreri.
Il fotografo è Fulvio Bonavia. La campagna, pianificata da MediaEdge: CIA, è on-air su stampa nazionale e locale per tutto il mese di dicembre.