Ericsson City Index: per Milano e Roma un’elevata maturità tecnologica, manca la capacità di tradurla in benefici per i cittadini

Dopo la pubblicazione della seconda edizione del Networked Society City Index, la classifica che mette in relazione il grado di avanzamento tecnologico dei più grandi centri urbani mondiali con il miglioramento della qualità della vita della città e dei suoi cittadini, Ericsson ha esteso l’analisi ad alcune tra le maggiori città europee, tra cui anche le due più importanti città italiane per dimensione urbana, Milano e Roma, per valutare la loro capacità di trarre benefici dall’utilizzo dell’ICT (Information & Communication Technology).

La ricerca, evidenzia come sia Milano che Roma presentino una maturità ICT elevata e si collochino ad un livello medio-alto nell’utilizzo della tecnologia per la salvaguardia ambientale. Investono però in generale meno in innovazione rispetto ad altre città europee avanzate, quali Londra, Stoccolma e Parigi, e dovrebbe quindi migliorare la capacità di trarne  benefici per i cittadini.

Milano risulta più matura di Roma in una prospettiva sociale e ambientale principalmente grazie a un sistema sanitario efficiente, alla presenza di istituzioni universitarie prestigiose e ad iniziative evolute legate all’utilizzo dell’ICT, quali il sistema Ecopass, che consentono di contenere l’impatto ambientale. Milano beneficia inoltre del fatto di essere la maggiore città in una delle regioni più industrializzate del nord, godendo così di entrate e di una crescita economica più elevate rispetto a Roma.

Roma sta comunque registrando progressi significativi attraverso l’introduzione del piano nazionale di eGovernment – e-Gov 2012 – che sarà in grado di generare sia benefici sociali che economici. Rispetto a Milano, vanta invece una maggiore fruizione di servizi digitali, dovuta all’utilizzo dell’online banking.

Dal rapporto emergono indicazioni sia per Roma che per Milano, che dovrebbero prendere in considerazione di incentivare  lo sviluppo di gruppi imprenditoriali nel settore ICT, integrare maggiormente i vantaggi dell’ICT nei processi e nelle organizzazione per offrire servizi innovativi ai cittadini e investire di più in Ricerca & Sviluppo al fine di promuovere ulteriormente la crescita economica.
I due studi internazionale e italiano costituiscono un’ulteriore dimostrazione della sempre più stretta correlazione tra maturità tecnologica e sviluppo socio-economico di un centro urbano e del fatto che le città che maggiormente investono in innovazione risultano più competitive, in quanto capaci di attrarre idee nuove, capitali ed eccellenze, costituendo per altre città del mondo meno evolute e lungimiranti dei modelli a cui ispirarsi.