Campari Soda: l’aperitivo “senza etichette”


22 maggio 2019

   

Campari Soda torna in comunicazione insieme a Ogilvy con una nuova campagna che racconta lessenza delliconico brand: nato insieme alla tradizione dellaperitivo, Campari Soda rappresenta un rito sempre attuale, che ancora oggi genera un forte senso di appartenenza tra le persone. Nato nel 1932, Campari Soda è il frutto di una straordinaria intuizione di Davide Campari, imprenditore illuminato e grande appassionato di arte, il quale creò il primo aperitivo monodose della storia e chiese al futurista Fortunato Depero di disegnare linconfondibile bottiglietta a forma di calice rovesciato da 9,8 cl. Rimasta da sempre invariata, la bottiglietta presenta unaltra caratteristica distintiva e indissolubile nellimmaginario collettivo: lassenza delletichetta, dovuta a un design talmente iconico da non aver bisogno di nientaltro.

Partendo proprio dal design inequivocabile creato da Depero, Campari Soda lancia così la nuova campagna Senza Etichette, firmata Ogilvy.

Viviamo in un mondo caratterizzato da sovrastrutture, dove talvolta le etichette parlano per noi, definendo la nostra personalità e i tratti comuni. Bastano però un bar e buoni amici per lasciare le convenzioni alle spalle e ritrovare quella sana autenticità che spesso è necessario mettere da parte.

Campari Soda, con la sua bottiglietta spoglia da qualsiasi etichetta, non bada alle apparenze, non ha preconcetti o pregiudizi e non chiede chi sei. Laperitivo ideale per tornare a essere veramente se stessi e concedersi una pausa senza tacchi, senza cravatta, senza mail, senza schemi.

Nella nuova campagna, laperitivo diventa il momento perfetto per lasciare da parte le formalità e liberarsi dai convenevoli commenta Lorenzo Sironi, Senior marketing Director Campari Group –  Campari Soda è da oltre ottantanni simbolo di autenticità e di vicinanza autentica, privo di maschere e convenzioni sociali, un elemento che permette di legarsi ad altri individui che condividono uguali valori, sempre senza etichette.

Personalmente è un piacere poter rilavorare dopo anni alla nuova comunicazione per Campari Soda. Ma oggi in Ogilvy con una grande differenza: riscrivere un nuovo percorso concettuale, con un insight molto chiaro, forte e che parte proprio dal prodotto stesso prosegue Giuseppe Mastromatteo, Chief Creative Officer Ogilvy – Tutta lagenzia si è dedicata con grande attenzione e impegno a questa missione. E il risultato, bellissimo, è il frutto di questimpegno e forte partnership con il team marketing dellazienda.

La campagna, on air dal 26 maggio fino a metà giugno sulle principali reti televisive generaliste, tematiche e satellitari, rappresenta il lancio della nuova strategia di Campari Soda, laperitivo senza etichette dal 1932.

Ma non solo. Partendo da questo connubio tra passato e futuro, Campari Soda si presenta con un nuovo logo e una immagine completamente rinnovata realizzata da RobilantAssociati: unidentità ispirata allimmagine degli albori, che mette al centro la marca e riporta alla luce una lunga tradizione da vera icona dellaperitivo.

   

Ogilvy

Chief Creative Officer: Giuseppe Mastromatteo,

Client Creative Director: Gigi Pasquinelli, Federica Saraniti

Senior Art Director: Nicolò Mondonico

Senior Copywriter: Alberto Crignola,

Account Director: Claudia Lucchini

Account Executive: Sofia Molteni

Tv Producer: Francesca DAgostino

Senior Digital Strategist: Claudia Biccari

Social Media Manager: Antonio Jorgaqi

Produzione

Executive Producer: Lorenzo Ulivieri

Producer: Danielle Joujou

Regia: Antony Hoffman

DOP: Luca Esposito

Scenografia: Andrea Rosso

Costumista: Roberto Chiocchi

Montatore: Marcello Sanna

Producer post: Barbara Calicchio

Post audio: Eccetera

Post video: You are

Musica: Boom Boom di John Lee Hooker 

Images: FM

Direttore Artistico: Simone Adami

Photographer: Matteo Simone Bottin

Producer: Mauro Balducci

Post production: Andrea Magna

Post production: Simona Lamacchia


Spot and Web S.r.l. P.IVA 02684980184