Accordo tra Comune di Bologna, editori ed edicolanti


8 maggio 2019

   

“Oggi a Bologna si è ulteriormente dimostrato che la fattiva collaborazione tra enti locali, editori ed edicolanti può svolgere un ruolo importante a sostegno delle edicole riconoscendo alle stesse una funzione fondamentale non solo per avvicinare i cittadini alla lettura dei giornali ma anche per qualificarle come centri di servizi e punti di informazione per i cittadini e le comunità.”

Ha così commentato Andrea Riffeser Monti, presidente della Fieg, la stipula del Protocollo d’intesa tra il Comune di Bologna, la Fieg e i sindacati degli edicolanti per il sostegno e la valorizzazione delle edicole situate sul territorio comunale.

L’accordo sottoscritto a Bologna, tra Andrea Riffeser Monti, Presidente della Fieg, Virginio Merola, Sindaco di Bologna, Alberto Aitini, Assessore al commercio, e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali degli edicolanti, si colloca nell’ambito del Protocollo tra Fieg a Anci per sensibilizzare le amministrazioni comunali a promuovere iniziative che ripensino funzione e ruolo delle edicole.

Il Sindaco di Bologna e l’Assessore al commercio hanno sottolineato le finalità dell’accordo di valorizzare la funzione delle edicole come presidi di riqualificazione dello spazio urbano e di innovarne il ruolo come centri servizi e punti di informazione per i cittadini e per i turisti, operando con l’Amministrazione in un’ottica di collaborazione e cooperazione propositiva.

L’Amministrazione comunale di Bologna si è impegnata a riconoscere concrete agevolazioni alle edicole sotto forma di riduzione del canone di occupazione del suolo pubblico (in misura pari al 50% per le edicole del Centro Storico, e in misura pari al 75% per le edicole delle zone periferiche) nonché a supportare progetti per interventi di riqualificazione e ristrutturazione dei manufatti e dei punti vendita della stampa.

“Un modo concreto e fattivo – hanno sostenuto i rappresentanti degli edicolanti – per sostenere un’attività fortemente colpita dalla crisi dell’editoria giornalistica”.

“Un accordo – ha sottolineato Riffeser Monti – che segue analoghi accordi sparsi in tutt’Italia, da Firenze a Cesena, da Genova a Bari, che è auspicabile sia seguito da altre iniziative in altri comuni e che dimostra ancora una volta l’attenzione degli editori della Fieg per la rete distributiva e per le edicole, luogo fondamentale di diffusione di notizie, opinioni e idee.”


   
Spot and Web S.r.l. P.IVA 02684980184