Esce “Se citofonando”, il singolo di «Vitinho», sesto disco dei Beagles


28 marzo 2019

   

Mina protagonista (a sua insaputa), del lavoro dell’ironica pop band pavese

Nel Paese dove quasi tutto accade all’insaputa di qualcun altro (vero o meno che sia), poteva mancare all’appello la più grande interprete della nostra canzone?

Certo che no. Ecco allora che da oggi la voce al citofono, al 100% originale, della leggendaria Tigre di Cremona, è finita a impreziosire «SE CITOFONANDO», il primo singolo di «VITINHO», sesto disco dei BEAGLES, ironica band dell’Oltrepò Pavese.

La formazione, attiva dal 1992, è composta dal giornalista Franco «French» Bagnasco, dall’imprenditore Luigi «Man» Brega, e dal docente universitario Pierangelo «Ando» Masarati. Tutti tardo Peter Pan di 50 anni o giù di lì, un po’ Squallor, un po’ Amici miei. Almeno nelle loro velleità. E, naturalmente, da sempre fan di MINA.

BEAGLES_foto_Gloria_Bressan_Manuel_Venturella

Per capire la genesi di «Se citofonando» (da oggi su tutte le piattaforme on-line), il cui titolo si rifà alla celebre «Se telefonando» di Maurizio Costanzo, cantata nel 1966 proprio da Mina, bisogna fare un passo indietro.

“Cinque anni fa, sotto Natale» racconta Bagnasco, che pur scrivendo di spettacolo da trent’anni non ha mai avuto il piacere di incontrare Mina «decisi di farmi un regalo e partii alla volta di Lugano con in testa una scommessa con me stesso: trovare, senza alcun aiuto se non quello dei passanti, la casa dell’idolo pagano della canzone italiana, provare a suonare il campanello e vedere che cosa succedeva. Parcheggiai in un auto-silos in centro, e iniziai a chiedere in giro: dopo ben tre ore di sfibranti ricerche mi ritrovai incredulo davanti al citofono di Mina e suonai. Registrando tutto, perché faccio pur sempre un mestiere che porta a documentare le cose. Con mia grande sorpresa, fu la stessa Mina a rispondere. Mi qualificai e lei, forse per eludere la visita di un potenziale scocciatore, cambiando leggermente il tono di voce per non essere riconosciuta, finse di essere la sua governante: “La signora non c’è, è a Forte dei Marmi”, disse”.

Quell’audio imperdibile finì subito su YouTube (dov’è tuttora) e la singolare storia fu raccontata su un settimanale. Oggi le voci di quel blitz a Lugano sono diventate gli ingredienti di «Se citofonando», il singolo dance-pop che lancia «Vitinho», sesto album del terzetto oltrepadano, realizzato con la supervisione del maestro Alberto Centofanti.

   

“Negandosi al mondo, Mina, che proprio tre giorni fa ha festeggiato i suoi 79 anni» prosegue Bagnasco «ha costruito il proprio mito e le proprie fortune. Di più: con genialità e mestiere, ha fatto dell’assenza, presenza. È paradossalmente il più pubblico dei personaggi, pur non mostrandosi. Ed essendo una donna notoriamente provvista di grande sense of humor, siamo certi che vorrà perdonarci questa piccola bravata musicale. Che è un omaggio alla più grande interprete che l’Italia abbia espresso. Anzi, con un pizzico di presunzione pensiamo persino che questo pezzo le piacerà”.

I singoli «Se citofonando» e «Vitinho» sono disponibili in digitale sulle piattaforme on-line. Tutto l’album si può acquistare invece tramite la fan page Facebook della formazione.

«Se citofonando» è accompagnato anche da un simpatico video trash-evocativo da oggi su YouTube, interpretato dalla ballerina 21enne Elisa Sciascia dell’agenzia Parterre di Marika Cislaghi, e diretto da Roberto Pisani e Danilo Zapponi.


Spot and Web S.r.l. P.IVA 02684980184