Emergency torna in comunicazione con gli auguri per il nuovo anno.

Dopo il successo di Jalal, il clandestino venditore di rose, che ha ricevuto numerosi premi nazionali e internazionali (oltre a una shortlist al Festival di Cannes è stato premiato ai PIAF Awards, Nc Awards, Teletopi, Premio San Bernardino, e Premio Areté), Emergency torna in comunicazione con gli auguri per il nuovo anno.

La storia è quella di Miriam, una ragazza come tante. Che, come tante, sogna un futuro fatto di opportunità, di amici, di famiglia, di amore. Una normalità che però non a tutti è concessa, come scopriamo solo alla fine della storia.

emergency_

Con questo video Emergency intende riflettere sulle ineguaglianze e le disparità all’interno della società, spesso legate alla provenienza geografica, al colore della pelle, alla religione d’appartenenza, determinanti nella vita delle persone.

“Vogliamo riflettere sulle conseguenze dei pregiudizi sulla vita delle persone – dice Rossella Miccio, Presidente di Emergency – perché saremo capaci di costruire una società aperta e accogliente, per tutti, solo se sapremo vedere le persone che ci circondano come esseri umani, uguali a noi”.

“Siamo molto felici di condividere questa storia – dice Lavinia Francia, Creative Director di Ogilvy – e supportare l’impegno di Emergency nel superamento delle diseguaglianze con un messaggio universale, che tocca le emozioni di tutti, e parla dritto al cuore di ognuno”.

Credits

Chief Creative Officer: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo Creative Director: Lavinia Francia, Marco Geranzani, Giordano Curreri Senior Art Director: Andrea Sghedoni
Producer: Francesca D’Agostino, Renata Brucato

CdP: The Family
Regista: Igor Borghi
Direttore della fotografia: Manfredo Archinto

Executive Producer: Lorenzo Ulivieri Producer: Lilli Auteri, Annalisa Bronzi Post producer: Simone Barbella Scenografa: Sabrina Tempesta

Stylist: Veronica Artiano Montaggio: Lorenzo Colugnati Colorist: Giorgia Meacci Musica: Enzo Casucci

Sound effects: Giuseppe Catalano Sound studio: Vetriolo
Post produzione video: Youare